Redazione DReporter

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato
nel terzo trimestre 2021 compravendite delle abitazioni in rialzo del +21,9%. Segno positivo anche per i settori non residenziale e produttivo – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

nel terzo trimestre 2021 compravendite delle abitazioni in rialzo del +21,9%. Segno positivo anche per i settori non residenziale e produttivo – Il Giornale delle PMI

Nel terzo trimestre 2021 si registra un incremento delle compravendite di abitazioni che sfiora il 22% rispetto allo stesso trimestre del 2020, con un totale di oltre 172mila unità acquistate. Un dato in aumento anche rispetto all’analogo trimestre del 2019 (anno non influenzato dalla pandemia) con un rialzo del 25,5%. Bene anche il settore terziario-commerciale, che fa segnare un incremento del 26,9%, e quello produttivo, dove la crescita supera il 47%. Sono alcuni dati che emergono dalle statistiche dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, da oggi disponibili sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it. Il mercato delle abitazioni sfiora il +22% –…
a novembre boom di richieste di prestiti (+43,0%) ma i mutui frenano ancora (-13,1%) – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

a novembre boom di richieste di prestiti (+43,0%) ma i mutui frenano ancora (-13,1%) – Il Giornale delle PMI

Il mese di novembre conferma il trend a luci e ombre che da diversi mesi caratterizza la domanda di credito da parte delle famiglie italiane.Nello specifico, le richieste di prestiti (finanziamenti personali e finalizzati), si caratterizzano per una crescita del 43,0% rispetto al corrispondente mese del 2020 mentre la componente dei mutui immobiliari frena ancora, facendo segnare un -13,1%. “Considerando l’ultimo mese di osservazione, i volumi di richieste di credito alle famiglie vedono una crescita robusta dei prestiti grazie soprattutto alla dinamica dei finanziamenti finalizzati all’acquisto di beni e servizi. Un contributo estremamente significativo alla performance complessiva del comparto arriva anche dal crescente peso del segmento dei cosiddetti ‘New2Credit’, ossia…
Nel 2019 cresce la quota di imprese certificate sul totale delle imprese esportatrici – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

Nel 2019 cresce la quota di imprese certificate sul totale delle imprese esportatrici – Il Giornale delle PMI

Sono 19.677 le imprese esportatrici in possesso di un sistema di gestione certificato sotto accreditamento, per un valore delle esportazioni di merci pari a 238,9 miliardi di euro e circa 2 milioni di addetti. Nel 2019 la quota di imprese certificate sul totale delle imprese esportatrici raggiunge il 16,0% dal 15,1% del 2018 (15,3% nel 2017). La quota di esportazioni riconducibile alle imprese certificate è pari al 54,1%, in aumento rispetto ai due anni precedenti (53,5% nel 2018 e 53,3% nel 2017). LEGGI IL TESTO INTEGRALE Correlati Source link
ecco le figure più richieste per il 2022 – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

ecco le figure più richieste per il 2022 – Il Giornale delle PMI

Un nuovo anno è ormai alle porte, in un’epoca di cambiamenti eccezionali e molto veloci, anche per quanto riguarda il mondo del lavoro. Non ci sono infatti dubbi: il mercato del lavoro è cambiato in modo molto forte negli ultimi anni, con figure oggi ricercatissime che un quinquennio fa non esistevano o erano del tutto marginali. A partire da questi presupposti chi sta cercando un lavoro, chi desidera migliorare la propria carriera o chi sta decidendo quale percorso di specializzazione imboccare deve mantenersi aggiornato sui trend in evoluzione, nonché sulle figure maggiormente ricercate nel prossimo futuro. «Come diretta conseguenza della lunga emergenza sanitaria che stiamo vivendo» spiega Carola Adami,…
Whistleblowing, entro il 17 dicembre l’Italia dovrà introdurre gli obblighi dalla Direttiva Europea sulle segnalazioni di illeciti
Comunicazione Aziendale

Whistleblowing, entro il 17 dicembre l’Italia dovrà introdurre gli obblighi dalla Direttiva Europea sulle segnalazioni di illeciti

Il prossimo 17 dicembre sarà una data storica per il Whistleblowing in Italia. Entro questa data, infatti, migliaia di aziende dovranno obbligatoriamente dotarsi di un canale per le segnalazioni Whistleblowing; eppure, la gran parte di esse non si è ancora adeguata. A confermarlo è l’Avv. Davide Caiazzo, founder e CEO di My Governance (www.mygovernance.it), nonché avvocato esperto di Tech Law. Ma cosa succederà esattamente il 17 dicembre 2021? Nel nostro ordinamento la disciplina del Whistleblowing è attualmente contenuta nella L. 179/2017 che prevede, nel settore privato, l’obbligo per le aziende che hanno il Modello 231 di dotarsi di un canale informatico per la segnalazione di illeciti da parte dei dipendenti. Con la Direttiva Europea 2019/1937 del Parlamento Europeo e…
Fondo Imprese in difficoltà, dal 13 dicembre le nuove domande – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

Fondo Imprese in difficoltà, dal 13 dicembre le nuove domande – Il Giornale delle PMI

A partire dal 13 dicembre 2021 e fino al 29 aprile 2022 le imprese, che si trovano in situazione di temporanea difficoltà a causa dell’emergenza Covid, potranno presentare domanda per accedere al Fondo da 400 milioni istituito dal Ministero dello sviluppo economico. La riapertura dei termini per la presentazione delle richieste alla misura introdotta con l’art. 37 del decreto sostegni era stata annunciata dal ministro Giancarlo Giorgetti nel corso del recente incontro con i parlamentari del territorio di Belluno sul futuro dell’azienda Acc di Mel. “Abbiamo rispettato l’impegno preso di riaprire i termini per la richiesta di un finanziamento agevolato,…
Italia 4^ in Eurozona – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

Italia 4^ in Eurozona – Il Giornale delle PMI

La ripresa dell’economia dopo la recessione causata dalla pandemia è caratterizzata da una migliore performance della manifattura italiana. Nei primi nove mesi del 2021 la produzione manifatturiera è dell’1,1% inferiore rispetto allo stesso periodo del 2019, anno precedente allo scoppio della pandemia, un calo meno pronunciato rispetto a quelli di Francia (-5,8%) e Germania (-6,7%). Recuperano le esportazioni, che nei primi nove mesi del 2021 superano del 5,8% il corrispondente livello del 2019, sovraperformando la crescita dell’1,5% dell’export tedesco, mentre la Francia rimane in territorio negativo (-5,4%). La concretizzazione degli attesi benefici della fase ascendente del ciclo economico è messa…
quando la tassonomia di un’impresa diventa l’asso nella manica – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

quando la tassonomia di un’impresa diventa l’asso nella manica – Il Giornale delle PMI

Mi sento sempre un po’ in imbarazzo nell’affrontare il tema dei processi aziendali. Quando mi capita, parto sempre dalla seguente assunzione: se un’azienda esiste e opera, è perché ha in essere dei processi.  Questo è un elemento fuori discussione. Anche il concetto di processo come sequenza di task è un concetto ben conosciuto e applicato se ci pensiamo nella vita personale di tutti, anche nelle più semplici operazioni elementari (per andare al lavoro la mattina, ad esempio ognuno di noi segue la propria “routine”). Ma il discorso si “complica” leggermente quando durante le interviste con imprenditori e le loro prime linee,…
Toscana, contributi per i comprensori sciistici – Il Giornale delle PMI
Comunicazione Aziendale

Toscana, contributi per i comprensori sciistici – Il Giornale delle PMI

La Regione Toscana ha pubblicato il bando Ristori comprensori sciistici: si tratta di contributi a fondo perduto a favore delle Imprese turistiche localizzate nei comprensori sciistici per favorire la ripresa dell’attività economica delle imprese danneggiate a seguito della mancata apertura al pubblico della stagione sciistica invernale 2020/21. Possono presentare domanda micro, piccole e medie imprese, nonché professionisti, aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nei comuni dei comprensori sciistici toscani, classificati “Turismo, commercio e cultura”, oltre a quelli operanti nel settore di attività con codice Ateco primario 77.21.09 “noleggio di attrezzature sportive e ricreative”. Saranno escluse le imprese…
Nel 2021, per l’83% delle aziende l’Omnicanalità è una priorità condivisa dal top management, ma meno del 10% ha già implementato pienamente una strategia
Comunicazione Aziendale

Nel 2021, per l’83% delle aziende l’Omnicanalità è una priorità condivisa dal top management, ma meno del 10% ha già implementato pienamente una strategia

Nonostante nel corso dell’ultimo anno sia aumentato notevolmente l’interesse delle imprese nei confronti dell’omnicanalità, in Italia circa un’azienda su cinque, tra quelle che stanno lavorando sul tema, dichiara di avere strutturato una “vista unica sul cliente” che consenta di avere una reale conoscenza delle loro caratteristiche e dei loro interessi. Inoltre, solo il 28% ha strutturato analisi evolute su questi dati, ad esempio per predire comportamenti futuri. “La definizione di un approccio omnicanale e la sua implementazione coinvolgono l’intera organizzazione, richiedendo cambiamenti pervasivi e profondi che interessano non solo le funzioni e i processi che gestiscono il rapporto diretto con il…
Back to top button