AttualitàComunicazione

Cristiano Militello dice “No al Bullismo”

il noto comico è stato testimonial di un importante progetto sociale

Cristiano Militello, il noto comico conosciuto al grande pubblico per le sue esilaranti performance all’interno di “Striscia la notizia“, ha partecipato come testimonial ad un evento particolarmente importante avente come tematica il bullismo.

“metti la tua faccia contro il bullismo” è il titolo della iniziativa e del relativo videoclip realizzato dal regista Massimo Corevi internamente al progetto Fair Play della cooperativa Paim, il tutto sviluppato alle officine Garibaldi di Pisa.

“Con questo progetto abbiamo stimolato i ragazzi a non rimanere in silenzio – spiega la psicologa e responsabile di Fair Play, Simona Cotroneo –. Il nostro obiettivo è aiutare i ragazzi a esprimersi ed è lo scopo che stiamo perseguendo già da due anni”

Cristiano Militello , che appare nella videoclip, ha voluto raccontare alcuni simpatici aneddoti relativi al suo percorso scolastico che, seppur veri, hanno contribuito a stemperare clima pressante che reggiana sala, visto l’argomento così delicato.

“Ho messo la mia faccia contro il bullismo – dice Militello – perché i prepotenti mi sono sempre stati antipatici, perché ho due bambini di 7 e 8 anni e perché se la faccia non ce la metto io che una “faccia” ce l’ho… chi la dovrebbe mettere?”.

Ha poi continuato ricordando che anche lui è padre di due bambini, quindi vive personalmente il timore che certi fenomeni possono in qualche modo interessare persone care.

Su questo aspetto ha voluto poi stigmatizzare il fatto che le nuove tecnologie spesso diventino un mezzo per creare isolamento e solitudine, anziché aumentare le capacità di connessione e di condivisione.

Militello ha poi continuato sollevando anche molti dubbi sulle effettive capacità dei genitori di riuscire a gestire questa problematica, rivelando che lui ancora oggi, benché viva il mondo socio e della tecnologia ai massimi livelli, lavorando per un famoso network televisivo, continua ad utilizzare un vecchio telefono della Nokia che si limita a fare telefonate e inviare messaggi, limitando al minimo le prestazioni e dandogli la possibilità di recuperare spazi vitali che può così meglio utilizzare con la sua famiglia.

Questo intervento è stato particolarmente apprezzato dal pubblico e risulta illuminante perché se le star della televisione possono fare a meno di una tecnologia molto esasperata, è evidente che quello che molto spesso viene ritenuta una necessità, in realtà è soltanto un qualcosa che va a privarci dei nostri spazi vitali e paradossalmente a ridurre le nostre capacità di interazione e comunicazione con gli altri.

riferimenti: https://www.socialdoor.it/

Tags
Show More

Marco Forconi

Laurea in Marketing & Business Management. Formatore e Docente del Programma formazione Europea Por-FSE. Solido Background Informatico con oltre 20 anni di consulenza aziendale. Autore di tre libri, ho creato il mio primo sito web nel 1999 (lo ammetto, era inguardabile…).

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *