Digital News

YouTube ha iniziato a mostrare pubblicità porno tra un video e l’altro

Il sito di condivisione YouTube adotta da tempo regole ferree per stabilire quali siano i video ospitati sulla sua piattaforma che possano far guadagnare gli autori grazie alle inserzioni pubblicitarie, per evitare che gli inserzionisti trovino le proprie pubblicità accostate a contenuti volgari o poco adatti ai minori. La politica è stata più volte giudicata troppo rigida dagli stessi creator della piattaforma, e in questi giorni sta stridendo con un fenomeno bizzarro: una serie di annunci dal contenuto sessuale che potrebbero essere sfuggiti ai controlli dell’azienda e si interpongono tra la visione di una clip e l’altra. Le segnalazioni degli utenti sono giunte tutte su social come Twitter e Reddit da parte di utenti italiani nel corso degli ultimi giorni. Gli episodi sono simili, ma incentrati tutti sullo stesso fenomeno: video dal contenuto per adulti utilizzati per pubblicizzare app per Android di vario genere. In numerosi casi il prodotto sponsorizzato è Love is a Game, un gioco di ruolo a tema sentimentale multipiattaforma disponibile per Android, iOS e computer. In realtà non è la prima volta che alcuni inserzionisti su YouTube utilizzano la leva sessuale per promuovere i prodotti che intendono vendere; il problema degli annunci legati a quest’ultima e ad altre recenti app – riferiscono gli utenti della comunità di Reddit – è che i video pubblicitari diffusi nelle ultime settimane non sono semplicemente ammiccanti, ma mostrano atti e pratiche difficili da equivocare; per altri si tratta direttamente di sequenze tratte da video a luci rosse.

Per alcuni il fenomeno ha iniziato a verificarsi dopo aver disattivato la profilazione degli annunci personalizzata, ma non è detto che la causa sia da attribuire a questo aspetto. Una ipotesi plausibile è che alcune di queste clip destinate agli annunci pubblicitari abbiano passato i controlli di revisione per qualche tipo di errore non meglio specificato: che si tratti di un software o di un moderatore umano, i contenuti dei quali viene denunciata la presenza non sono adatti ai minori e possono rappresentare un problema anche per gli adulti che utilizzano YouTube in pubblico. Il fenomeno in ogni caso sembra essersi fatto più rilevante nel corso degli ultimi mesi anche nel resto del mondo. leggi articolo completocliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button