Turismo

Trainline, un’estate in treno alla scoperta dei siti Unesco del Bel Paese

Nessun Paese ha tanti siti Unesco quanti l’Italia, ben 55, pur essendo il 72esimo paese per superficie e il 23esimo per popolazione al mondo. Merito di una storia unica e di una bellezza naturale ineguagliabile, che spesso gli italiani stessi tendono a sottovalutare. Una lunga lista che comprende città, siti archeologici, dimore, isole; luoghi incontaminati che almeno una volta nella vita sono oggetto del desiderio di conoscerli, apprezzarne la cultura, le tradizioni, l’arte. In quest’estate particolare in cui molti rimarranno in Italia, Trainline, app leader per viaggiare in treno e pullman in Italia e in Europa, ha selezionato sette siti Unesco comodamente raggiungibili in treno, per riscoprire la bellezza e l’unicità del Paese.

 
Incisioni rupestri della Valcamonica

La Valcamonica, caratterizzata da paesaggi incantevoli e da un clima estivo piacevolmente fresco e ventilato, ospita delle incisioni rupestri di epoca preistorica tra le più antiche al mondo. Si trovano all’interno di grotte, visitabili percorrendo parchi a tema, che permettono di unire l’attività di “scoperta” all’esercizio fisico. Tra le incisioni più conosciute e meglio conservate si ricorda la “rosa camuna”, adottata nel 1975 come simbolo della regione Lombardia. Il Parco nazionale delle incisioni rupestri si trova a Capo di Ponte (Bs), raggiungibile in due ore e mezza da Milano con prezzi a partire da 13 euro a tratta e allo stesso prezzo in due ore e quaranta minuti da Verona.

 
La Reggia di Caserta

Inaugurata nel 1774 con l’ambizioso obiettivo di rivaleggiare con Versailles e di rendere Napoli una grande capitale europea, la Reggia di Caserta è uno dei più importanti complessi nobiliari mondiali. Insieme all’elegante palazzo in stile tardo barocco, è possibile visitare il grande parco da 120 ettari, disseminato di raffinate fontane dai motivi classici. Caserta è raggiungibile in 35 minuti da Napoli al costo di 3,40 euro a tratta e in due ore e dieci minuti da Roma, con prezzi a partire da 13 euro a tratta.

 
Ferrara

Il centro storico della città di Ferrara è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1998, per via della sua deliziosa impronta rinascimentale voluta dai duchi d’Este. La sua forma raccolta lo rende piacevolmente visitabile in una giornata, insieme alle altre attrazioni principali come il Castello Estense, la Cattedrale e la caratteristica Via delle Volte. Inoltre la tradizionale cucina ferrarese vale decisamente la pena di una sosta. Ferrara è raggiungibile in un’ora da Venezia, con prezzi a partire da 9,50 euro a tratta e in mezz’ora da Bologna, con prezzi a partire da 4,75 euro a tratta. 

 
Orto Botanico di Padova

Fondato nel 1545, quello di Padova è l’Orto Botanico più antico al mondo collocato nella sua posizione originaria e ha contribuito, come da motivazione per cui è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1997, allo studio e al progresso di numerose discipline scientifiche moderne. Oggi ospita oltre 3.500 specie di piante differenti provenienti da tutto il mondo, incluse quelle carnivore. Tra gli alberi storici presenti, si trova la Palma di Goethe, ammirando la quale il poeta tedesco formulò il suo “Saggio sulla Metamorfosidelle Piante”. Padova è raggiungibile in due ore da Milano e in mezz’ora da Venezia.

 
Siena

Grazie alla magnifica posizione tra le colline toscane e all’architettura medievale, Siena è tra le città più affascinanti d’Italia e patrimonio Unesco dal 1995. Tra l’XI e il XIV secolo, la Repubblica di Siena era una delle signorie principali del Paese e rivaleggiava con Firenze. Il Duomo e la meravigliosa Piazza del Campo, dove si svolge il tradizionale Palio, sono conosciuti in tutto il mondo. Oltre ai turisti, dall’estero arrivano anche molti ragazzi che studiano all’Università per Stranieri, creando una piacevole atmosfera giovanile e multiculturale. Siena è raggiungibile in due ore e quaranta minuti da Bologna e in un’ora e mezza da Firenze.

 
Palazzina di caccia di Stupinigi

Prima di divenire famiglia reale italiana, i duchi di Savoia hanno governato il Piemonte per secoli. Le loro residenze sono riconosciute patrimonio dell’umanità dall’Unesco a partire dal 1997. La tenuta di Stupinigi era dedicata alla passione venatoria dei duchi, mentre oggi è principalmente utilizzata per l’allestimento di mostre. Gli appartamenti ducali sono un capolavoro di eleganza e sono visitati da centinaia di migliaia di persone ogni anno. Stupinigi si trova nel comune di Nichelino, alle porte di Torino, ed è raggiungibile in un’ora e cinquanta minuti da Milano (prezzi a partire da 12,50 euro a tratta) e, con gli stessi prezzi, in due ore e mezza da Genova.

 
Ferrovia del Bernina

Infine, per coloro che amano il viaggio almeno quanto la destinazione, la caratteristica ferrovia del Bernina, che attraverso impervi paesaggi alpini congiunge Tirano a Sankt Moritz, è essa stessa patrimonio dell’Unesco e prenotabile con Trainline. Il biglietto per la tratta da Tirano a Sankt Moritz è disponibile al costo di 29 euro.

 

Per raggiungere queste località in maniera comoda, economica e sostenibile, sarà sufficiente acquistare i biglietti del treno con l’app di Trainline, che offre ai propri utenti anche la possibilità di consultare le informazioni in tempo reale dei treni Trenitalia, Italo e di tanti altri operatori ferroviari e di pullman, tutto dal proprio smartphone. Inoltre l’utilizzo di biglietti digitali sull’app di Trainline permette di viaggiare in maniera più sicura senza necessità di contatto.

 


Articolo di pubblicato a questo indirizzo. e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Tags
Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button