Digital News

Su TikTok le canzoni dei Måneskin stanno spopolando tra gli stranieri

L’esperienza e la vittoria dei Måneskin all’Eurovision Song Contest sta facendo conoscere la band romana in tutta Europa, e non solo. Dopo aver trionfato durante la kermesse, il brano Zitti e Buoni è finito nella top 20 britannica (primo brano in lingua italiana dopo più di 20 anni di assenza), eppure non è l’unica canzone che sta spopolando anche al di fuori dei confini nostrani. Su TikTok infatti hanno iniziato da qualche giorno a circolare in modo virale anche gli altri brani della band romana.

Il brano vincitore dell’Eurovision è comprensibilmente quello che sta facendo più rumore di tutti su TikTok. Zitti e Buoni è stato utilizzato nelle clip dagli spettatori italiani e stranieri della competizione, ma dai tiktok dei primi fedelissimi ha iniziato a diffondersi anche presso chi non si è mai sintonizzato sulla gara. Una clip in particolare è partita dagli Stati Uniti ed è finita sotto gli occhi di centinaia di migliaia di persone, accumulando più di 700.000 visualizzazioni e facendo da cassa di risonanza per il pezzo. L’estratto della canzone è stato riutilizzato a sua volta altre 78.000 volte per video che sono stati visualizzati e ascoltati da tutto il mondo.

 

Oltre a Zitti e Buoni sono altre due le canzoni che stanno circolando parecchio sulla piattaforma di condivisione. La prima è Torna a Casa, brano più datato che risale al 2018 ed è stato estratto dal primo album del gruppo. La canzone ha già conosciuto un buon successo in passato, ma in questi giorni molti fan della band la stanno rispolverando facendola così scoprire a un pubblico che non l’aveva mai sentita e se ne sta innamorando. Il suono ufficiale è stato reimpiegato per più di 80.000 video, alcuni dei quali arrivano da account stranieri come quello di questa ragazza russa che ha ottenuto più di 300.000 visualizzazioni (e ascolti).

 

Meno ricondiviso ma immensamente più ascoltato e visto è…

Leggi post integrale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button