Digital News

Su Telegram stanno arrivando le videochiamate: ecco come funzionano

La piattaforma di messaggistica Telegram si sta per arricchire di un’altra caratteristica finora inedita all’interno dell’app: le videochiamate. La novità è stata annunciata dal fondatore della piattaforma in queste ore e da una parte punta a mettere Telegram finalmente in linea con gli altri colossi del settore che già offrono questo servizio, ma dall’altra renderà l’app una delle più complete del panorama delle comunicazioni digitali.

Le videochiamate in effetti non sono una funzione particolarmente rara da trovare altrove. Servizi come Google Meet e Skype esistono da anni, e con l’esplosione della pandemia di Covid-19 decine di altri grandi nomi del settore tecnologico hanno fatto debuttare o potenziato le proprie offerte in merito: si va da nomi precedentemente sconosciuti come Zoom a veri e propri colossi come il gruppo Facebook, con Messenger e WhatsApp. In questo senso insomma Telegram arriva per una volta in ritardo sugli avversari, ma lo fa con un sistema che sembra già piuttosto completo di funzionalità.

Come funzionano le videochiamate su Telegram

Stando a quanto dimostrato dal numero uno dell’azienda Pavel Durov, le videochiamate su Telegram saranno un potenziamento delle chat vocali che già esistono da tempo all’interno dell’app. Il sistema funzionerà su tutte le versioni dell’app – da quelle per smartphone e tablet a quella per Windows e macOS – e aggiungerà all’audio il feed video dei partecipanti ripreso dalla fotocamera frontale del telefono o dalla webcam del computer, includendo inoltre anche il supporto per la condivisione dello schermo, un sistema di crittografia e algoritmi di cancellazione del rumore che aiutino a far procedere al meglio le conversazioni anche in ambienti mediamente rumorosi. Si tratterà insomma non tanto di una funzione per le videochiamate 1 a 1, quanto di uno strumento di videoconferenza utilizzabile anche dai…

Leggi pezzo integrale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button