Digital News

Su Fortnite arriva l’emote della tiktoker Bella Poarch: ecco come ottenerla

La serie ICON di Fornite, dedicata alle star del web, estende le sue fila e dà il benvenuto all’emote di Bella Poarch, nota personalità di TikTok (66 milioni di follower) nonché cantante. Il suo ultimo singolo, “Build a B*tch”, ha esordito nemmeno un mese fa. Attualmente ricopre la posizione 58 nella Billboard Hot 100, mentre il video ufficiale pubblicato su YouTube tre settimane fa conta oltre 153 milioni di visualizzazioni. Stupisce dunque poco l’arrivo di Bella Poarch su Fortnite. La sua emote, intitolata “Build Up” in riferimento al suo singolo, è un balletto creato appositamente dalla tiktoker, che ha pubblicato un video confronto tramite Twitter. “Build Up” di Bella Poarch è già disponibile nel Negozio di Fortnite, acquistabile al solito prezzo di 500 V-Bucks. A differenza delle altre star presenti nelle serie ICON, come lo streamer Ninja e il dj Mashmello, Bella Poarch al momento è presente solo tramite emote e non anche come skin. Non si sa se ci saranno aggiornamenti in tal senso: per adesso sia la tiktoker che Epic Games non hanno dichiarato nulla a riguardo.

In generale Fortnite si appresta ad ospitare numerosi cambiamenti in vista della Stagione 7 del Capitolo 2. Secondo gli ultimi rumor diffusi da data-miner, domani 8 giugno il mondo di gioco del battle-royale abbandonerà la natura selvaggia di Furia (cioè l’attuale Stagione 6) per lasciare spazio a un’ambientazione fantascientifica, in cui i rapimenti alieni avranno un ruolo centrale. Un cambio molto netto dunque, che implica tutta una serie di novità, tra cui inediti crossover. Lo dimostrano i sondaggi mandati regolarmente da Epic Games a una parte di utenza. Lo scopo è quello di sondare i gusti della community in relazione ai crossover. A tal proposito, tra le star del web menzionate in questi documenti figura persino PewDiePie. Non resta dunque che attendere: ormai è solo questione di ore prima di…

Leggi pezzo originale cliccando qui


Articolo Originale di Lorena Rao, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button