Digital News

Stop alla vendita di prodotti sessuali su eBay: le nuove regole

A partire dal mese prossimo su eBay sarà sostanzialmente impossibile trovare materiale a luci rosse: è il risultato del nuovo regolamento adottato dalla piattaforma di ecommerce in merito alla vendita di prodotti con riferimenti sessuali espliciti, che potrebbe potenzialmente mettere al bando opere non esattamente pornografiche come film, serie TV e opere illustrate con scene di nudo.

Le nuove regole di eBay

La novità è stata intercettata da Adult Video News e si riferisce innanzitutto a una sezione del sito dedicata al materiale per adulti, che a partire dal 15 di giugno sarà sostanzialmente chiusa. Non solo: più in generale tutto il materiale in vendita sul sito che riproduce attività sessuale, contenuti sessuali o pose allusive “non sarà più ammesso su eBay.com”. Oltre al danno arrecato a chi finora ha utilizzato la piattaforma per vendere o rivendere materiale per adulti, il problema riscontrato dagli utenti è che le nuove regole sembrano parecchio generiche: si riferiscono indistintamente alla riproduzione di attività sessuali e a quella di nudità, dando origine a una zone grigia di difficile interpretazione.

I prodotti vietati

Le opere che mostrano genitali, anche parzialmente nascosti da indumenti aderenti o semitrasparenti sono bandite così come lo è ogni rappresentazione di atti sessuali. Nello spiegare nel dettaglio quali prodotti saranno banditi, eBay include, oltre a riviste, DVD e materiale video dedicato esplicitamente all’intrattenimento a luci rosse, film e videogiochi classificati per adulti dalle autorità competenti, ma anche anime e manga giapponesi e opere cinematografiche con scene di nudo o sessualemnte esplicite. L’unica eccezione è relativa alle rappresentazioni artistiche, purché nella descrizione degli oggetti in vendita sia indicato esplicitamente il fatto che contengono nudità e vengano messe in vendita nella sezione del sito dedicata…

Leggi pezzo originale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button