Digital News

Sono scappato perché mi hanno aggredito

Dopo giorni di preoccupazione per i familiari e quasi mezzo milione di follower, lo youtuber Mr Peto sembra essere tornato a casa – annunciando il suo rientro proprio con un video su YouTube da 11 minuti. Si chiude così la vicenda della sparizione dell’influencer diciottenne che si era aperta con la denuncia della sorella sempre a mezzo social: Mr Peto – aveva raccontato la ragazza – non era più tornato a casa dal 7 giugno, rimanendo sostanzialmente irreperibile anche per i suoi fan che hanno avuto sue notizie solamente pochi minuti fa.

Il lungo video caricato online da Mr Peto in questi mometi si intitola “Mi hanno rapit0?” in riferimento a una delle numerose tesi che sono circolate sul suo conto nei giorni della sua assenza. Le cose per fortuna sono andate diversamente: come è raccontato nel video, lo youtuber si sarebbe inizialmente allontanato da casa per concedersi un momento di riflessione; una volta sceso di casa il ragazzo si sarebbe però imbattuto in individui che lo avrebbero insultato e minacciato in cerca di una reazione da pubblicare sui loro social – il tutto fino ad arrivare a uno scontro fisico. È a questo punto – prosegue il racconto – che Mr Peto avrebbe deciso di non ritornare indietro facendo perdere temporaneamente le proprie tracce.

Per il momento la versione del ragazzo è impossibile da verificare. Nel suo video Mr Peto, il cui vero nome è Ciro, ha però affermato di voler sporgere denuncia nei confronti di individui che non ha però menzionato, anche se ha già anticipato di non voler spiegare nei dettagli cosa è successo nella notte in cui ha deciso di allontanarsi da casa. La testimonianza si chiude con un saluto commosso a chi ha seguito la vicenda: “Vi chiedo scusa per quello che ho fatto; chiedo scusa a tutti i miei fan per il dolore che vi ho dato”.

Leggi pezzo completo cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button