Digital News

Smartworking, Dad e internet in vacanza a Pasqua? Ecco le soluzioni più efficienti

Fuga degli italiani nelle seconde case, per passare una Pasquetta più piacevole. Ma dove vai, se internet non ce l’hai? Soprattutto se si vuole fare anche smart working e didattica a distanza. E poi, comunque c’è un copri fuoco da rispettare e ristoranti chiusi. Allora anche nella seconda casa la sera si vorrebbe vedere un film o una serie tv in streaming o giocare online. Consigliamo quindi alcune soluzioni ad hoc per stare su internet a una velocità decente, prezzi accettabili e con molti GB, da utilizzare.

Seconde case sì, però

Ricordiamo intanto, ai distratti, che dal 16 gennaio 2021 e ancora durante Pasqua è possibile fare “rientro” alla propria residenza, domicilio o abitazione. Qui incluse anche le cosiddette “seconde case”. Pertanto è possibile raggiungerle anche in un’altra Regione o Provincia autonoma, anche se rossa o arancione. Buone notizie, insomma. Le regioni possono però adottare prescrizioni più severe. E di fronte alla risalita dei contagi, alcune hanno introdotto una stretta per i non residenti. A partire da Val d’Aosta, Alto Adige, Sardegna e Campania.

Loading…

I consigli generali

Ciò considerato, ci sono tre soluzioni. Potremmo prendere un’offerta solo sim, magari con modem Wi-Fi (“saponetta”) 4G incluso (niente 5G per ora, in questa modalità). Oppure un’offerta normale, con minuti inclusi, e inserirla in un modem acquistato a parte. Terza possibilità, meno popolare ma comunque interessante, un fixed wireless access tutto a consumo.«Personalmente consigliamo di usare un’offerta di un operatore mobile virtuale, con tanti GB e minuti inclusi. Sono più economiche di quelle solo internet degli operatori normali. Unico svantaggio, va comprato a parte il modem, ma ormai si trova a prezzi bassi», dice Alessandro Voci, dell’osservatorio SosTariffe.Online lo si compra da 50 euro circa in su.

Velocità fino a 4G+ a 300 Mbps (molto) teorici.

Per chi vuole a tutti i costi il 5G non ci sarebbe che prendere uno degli operatori che…

Leggi pezzo completo cliccando qui


Articolo Originale di di Alessandro Longo, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button