Sport

Ronaldo, il Cannibale è tornato "ingoiando" la sua 78ª vittima. Solo Ibra meglio

Con la doppietta contro il Crotone il portoghese è tornato al comando (in solitaria) della classifica marcatori: 18 portano la sua firma, Lukaku a quota 17

Ronaldo era fermo: fermo a un gol nelle ultime cinque partite di campionato, da tre gare 3 gare se contiamo le Coppe. Ma stasera si è sbloccato, e lo ha fatto da par suo: con una doppietta in 8 minuti, due gol di testa, le reti che hanno di fatto scardinato il Crotone, prima del tris di McKennie. Il portoghese non realizzava una doppietta di testa in campionato dal maggio 2015, con la maglia del Real Madrid, sul campo del Siviglia in Liga.

cannibale

—  

E con aria cannibalesca non si è accontentato nè della doppietta nè di aver “ingoiato” la sua 78esima vittima (solo Zlatan Ibrahimovic, con 79 rivali trafitte, ne conta di più dall’inizio del 2000): quando ha sbagliato il 3-0 si è disperato e ha trasformato il finale di gara in una sorta di conto in sospeso fra lui e Cordaz, sfiorando almeno tre volte il tris. Sarà anche per questa sua insaziabilità che, in fatto di marcature multiple, il portoghese è il giocatore che ne ha realizzate di più in questa stagione nei top-5 campionati europei (sette).

Lukaku superato

—  

Con la doppietta contro il Crotone Ronaldo si è portato a quota 18 gol in campionato, ha scavalcato in vetta alla classifica marcatori Lukaku, ed ha segnato a tutte le 18 squadre affrontate in Serie A attualmente nella competizione; in particolare, il portoghese vanta 13 gol nelle ultime nove sfide contro neopromosse. Non male, per un 36enne che ha giocato 614 degli ultimi 630 minuti e 20 delle ultime 21 gare.

Leggi post integrale cliccando qui


Articolo Originale di Livia Taglioli, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button