Business & Management

Revisori legali, riparte attività con protocolli d’intesa e formazione

Revisori legali, riparte attività con protocolli d’intesa e formazione


Ripartenza veloce per l’Istituto nazionale revisori legali (Inrl) che fin dai primi giorni di settembre ha ripreso la sua attività sia interna che istituzionale come spiega all’Adnkronos/Labitalia il presidente Ciro Monetta. “Abbiamo già ultimato – spiega – due passaggi-chiave per l’immediato futuro: il primo attiene alla formazione professionale con un ricco programma di seminari online, alcuni dei quali specialistici da settembre fino ai primi di dicembre ed il secondo è un importante protocollo d’intesa siglato proprio in questi giorni con l’Anaci, l’Associazione nazionale amministratori condominiali italiani, che amplia le opportunità di consulenze professionali dei revisori iscritti, in quanto l’Anaci ritiene importante affidare alla figura preposta del revisore legale l’attività di monitoraggio contabile e quindi la corretta stesura dei bilanci anche nelle amministrazioni condominiali, compiendo un ulteriore passo avanti nella riforma della materia condominiale”.


“Grazie a questa intesa – sottolinea – gli associati Anaci potranno avvalersi, per l’attività di revisione e certificazione della contabilità e del rendiconto di condominio, della collaborazione e consulenza degli iscritti di Inrl presenti in tutto il territorio nazionale, i cui nominativi saranno comunicati in tutte le località dove esistono necessità di intervento”.



Attività revisionali “che riguardano, ad esempio, la verifica, nel corso dell’esercizio, della regolare tenuta della contabilità e della corretta rilevazione dei fatti di gestione nelle scritture contabili secondo i principi di revisione in vigore”.


“Abbiamo in animo – continua Ciro Monetta – di riprendere appena sarà possibile l’attività di aggiornamento professionale con i seminari ‘fisici’ sul territorio: non a caso abbiamo già sollecitato i vari delegati regionali e provinciali ad identificare location adatte per ospitare eventi frontali che sono anche un modo per confrontarsi e aggregare la categoria, oltreché avvicinare l’istituto alle varie realtà locali. Poi in ottobre ci sarà l’assemblea generale che dovrà approvare il nuovo statuto, più snello ed in linea con i tempi ed infine cominceremo a lavorare sul grande evento che intendiamo organizzare entro i primi mesi del 2021, ovvero la Giornata nazionale della revisione legale, con un panel di ospiti istituzionali che vanno dal ministro del Mef ai presidenti di altri ordini professionali ed altri personaggi ed esperti internazionali”.


Riferendosi poi al Covid, “La prima cosa che va detta è che quanto stiamo vivendo è la più devastante crisi del sistema socio-economico del paese, dal dopoguerra ad oggi e ci vogliono misure straordinarie per gestire il complicato momento della ripartenza. Ma per pensare con lungimiranza anche alla nostra professione, l’istituto ha già avviato un costruttivo dialogo con i consulenti del lavoro, incontrati in pieno agosto, per condividere un progetto unitario che coinvolga tutte le professioni contabili e quindi anche i dottori commercialisti, per mettere a disposizione del governo, delle istituzioni locali ed ovviamente delle piccole e medie imprese, la nostra professionalità. Ci crediamo e ci auguriamo che anche gli altri colleghi possano condividere questo progetto.”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


Articolo di [email protected] pubblicato a questo indirizzo. e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.


Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button