Digital News

Regione Lombardia: contributo a fondo perduto per l’adozione di piani aziendali di smart working

L’avviso è finalizzato alla promozione nelle imprese lombarde dello smart working, un modello organizzativo che consente una maggiore flessibilità per quanto riguarda il luogo e i tempi di lavoro.

Finanza Agevolata è la rubrica a cura di Sercam Advisory dedicata agli aggiornamenti sui bandi pubblici (europei, nazionali, regionali) aperti o in prossima apertura. Per consultare tutti gli articoli clicca qui.

Con decreto del 17 novembre Regione Lombardia mette a disposizione delle imprese le risorse avanzate sull’Avviso Smart Working, attualmente pari a euro 1.122.500, pertanto sarà nuovamente possibile presentare domanda di voucher dalle ore 12 del 16 dicembre 2020. 

L’avviso è finalizzato alla promozione nelle imprese lombarde dello smart working, un modello organizzativo che consente una maggiore flessibilità per quanto riguarda il luogo e i tempi di lavoro. Adottare piani di smart working consente di incrementare la produttività e aumentare il benessere di lavoratori e lavoratrici.

Soggetti beneficiari

L’Avviso è rivolto ai datori di lavoro, iscritti alla Camera di Commercio o in possesso di partita IVA, con almeno 3 dipendenti.

Con decreto regionale del 18 marzo 2020, la partecipazione al bando è stata estesa anche ai datori di lavoro che hanno introdotto il lavoro agile per i propri dipendenti nel periodo dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, a partire dal 25 febbraio 2020 per la durata dello stato di emergenza a condizione che:

abbiano assolto gli obblighi di informativa, anche in via telematica;abbiano assolto agli obblighi di comunicazione (caricamento sul sito ministeriale ClicLavoro)Per questi datori di lavoro saranno ammissibili al contributo le spese sostenute a partire dal 25 febbraio 2020 per l’acquisto della strumentazione tecnologica e l’attuazione delle attività in smart working, a condizione realizzino tutte le attività previste o e introducano stabilmente il lavoro agile come modalità di lavoro regolamentata all’interno dell’azienda.

Tipologia di interventi ammissibili

La Misura prevede due tipologie di Azioni:

Azione A: servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale. Azione B: acquisto di “strumenti tecnologici” per l’attuazione del piano di smart working.L’Azione A è obbligatoria, mentre l’Azione B facoltativa.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari a 4.500.000,00 euro.

L’agevolazione è concessa a fondo perduto sotto forma di voucher aziendale destinato ai soggetti in possesso dei requisiti. l valore del voucher varia in relazione al numero di dipendenti delle sedi operative/unità produttive attive e localizzate sul territorio di Regione Lombardia alla data di accettazione del finanziamento ed è fruibile all’interno di massimali.

Scadenza

Sarà possibile presentare le domande a partire dal 16 dicembre 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

leggi articolo completocliccando qui


Articolo Originale di Sercam Advisory, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button