Digital News

Questa carta di credito offre un cashback in Bitcoin

Pagare al ristorante o al supermercato e ricevere un cashback in Bitcoin o altre criptovalute: è l’idea alla base di una nuova carta di credito che sarà lanciata questa estate dalla piattaforma di interscambio di valute virtuali Gemini. L’iniziativa non è particolarmente rivolta agli addetti ai lavori che già lavorano con Bitcoin e derivati, anzi: è pensata proprio per attirare nel mondo delle criptovalute una fetta di pubblico finora incuriosita dal fenomeno ma intimidita dal dover investire il proprio denaro per parteciparvi.

Le aziende dietro alla carta Gemini

La società che ha in carico l’iniziativa è Gemini, una piattaforma dove si scambiano Bitcoin, Ethereum e numerose altre criptovalute in tempo reale; l’azienda è stata fondata nel 2014 dai gemelli Winklevoss — famosi per aver chiesto nei primi anni 2000 a un giovanissimo Mark Zuckerberg di sviluppare per loro una piattaforma social, per poi trovarsene estromessi a cose fatte. Dopo aver perso una lunga battaglia legale con il numero uno di quella che oggi è una delle realtà del web più influenti al mondo, i due si sono dedicati alle criptovalute. Il partner attraverso il quale verranno emesse le carte di credito è invece Mastercard: gli strumenti di pagamento recheranno il logo di entrambe le aziende, saranno emessi in 50 Paesi e saranno utilizzabili ovunque nel mondo vengono accettate le carte di credito del relativo circuito.

Come funziona il cashback in Bitcoin

La maggior parte delle carte di credito offre un sistema di cashback per allettare i consumatori a prediligerle: a fronte di una spesa di un determinato tipo, queste carte restituiscono una percentuale variabile dell’importo speso sotto forma di denaro in un conto corrente prestabilito, rimborso in estratto conto o voucher. La carta Gemini fa la stessa cosa, caricando però il corrispettivo in denaro del cashback in una criptovaluta a scelta che…

Leggi articolo originale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button