Digital News

Quanto guadagna Khaby Lame su TikTok

Il tiktoker di Chivasso Khaby Lame è diventato in poche settimane una delle personalità più seguite di TikTok e del suo oltre mezzo miliardo di utenti. Protagonista di una ascesa praticamente verticale, il ragazzo oggi compete nella classifica dei creator più popolari con vere e proprie celebrità globali del calibro di Charli D’Amelio, Addison Rae e Will Smith, ospita calciatori e vip nei suoi video e sta lavorando su una carriera che vada anche oltre alla piattaforma di condivisione video. Anche ora che TikTok è il suo principale mezzo di comunicazione, il ventunenne di origini senegalesi può però già guadagnare parecchio dai contenuti che pubblica.

Il fondo per creator di TikTok

TikTok ha infatti a disposizione un fondo dedicato ai creator attraverso il quale gli artisti più influenti riescono a mantenersi con le proprie attività sulla piattaforma. I gestori dell’app non hanno diffuso con precisione quanto corrispondono ai singoli creator per la loro opera all’interno dell’app, ma i compensi sono tutti elargiti in rapporto al numero di visualizzazioni che i video riescono ad attirare.

I compensi in Italia

Stando agli altri creator nostrani, in Italia si tratta di circa 1 euro ogni 100.000 visualizzazioni messe a segno per i contenuti originali, mentre per quel che riguarda contenuti derivati come i duetti o gli stitch la cifra diminuisce – ma solo di poco. Proprio gli stitch sono i contenuti che hanno reso famoso Khaby in tutto il mondo: si tratta di video doppi nei quali i tiktoker possono appoggiarsi a un preludio costituito da un altro tiktok già online sulla piattaforma. Considerato però che ciascun video raccoglie in media più di 60 milioni di visualizzazioni – con punte che superano i 200 milioni – si può immaginare che il ragazzo riesca a intascare circa 300-500 euro in media per ogni video.

Cifre in ascesa

Qualunque cifra ipotizzaibile è comunque…

Leggi post integrale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button