NewsInternet

Pubblica il figlio morto su TikTok, il video fa 10 milioni di visualizzazioni prima della rimozione

Il meccanismo di diffusione dei video su TikTok è il segreto che ha reso l’app così popolare in pochi mesi, ma è anche alla base di incidenti che nessun sistema di intelligenza artificiale sembra in grado di poter mitigare al momento. L’ultimo si è verificato in questi giorni, quando davanti alla spinta dell’algoritmo di raccomandazione dell’app è finito un contenuto controverso: un video pubblicato dalla mamma di una bambino recentemente deceduto, nel quale l’autrice regge il corpo esanime del figlio in braccio baciandolo e facendo lip sync della canzone in sottofondo. A riportare la notizia è stata la testata Itv, che è riuscita a far rimuovere il video dopo aver contattato direttamente TikTok. Nel frattempo però la clip era stata visualizzata più di 10 milioni di volte, causando reazioni di vario genere presso il pubblico spesso giovanissimo dell’app. Il fatto che la clip fosse stata corredata di hashtag che poco avevano a che vedere con quanto rappresentato ha aiutato il video a diffondersi presso comunità e utenti interessate ad altro: gli algoritmi di TikTok in effetti, pur fenomenali nel riconoscere cosa sta interessando le persone, non mostrano altrettanta sensibilità quando si tratta dell’effettivo contenuto dei video.

Molte delle visualizzazioni totalizzate dal video si riferiscono dunque a persone che se lo sono trovate davanti all’improvviso senza cercarlo. Stando a quanto riportato da Itv, il contenuto è stato segnalato più volte, ma fino all’intervento della testata nessuno dei moderatori ne aveva ritenuta necessaria la rimozione: le risposte restituite dal sistema interno di segnalazione dei contenuti riferivano infatti fino a poche ore fa che il video rispettava ampiamente il regolamento della piattaforma. Dopo che il video è stato rimosso, un portavoce di TikTok ha posto le condoglianze all’autrice del video, aggiungendo — per spiegare la decisione presa inizialmente — che per la piattaforma “può essere difficile trovare un equilibrio tra il garantire libertà di elaborare ed esprimere il proprio lutto agli utenti e le aspettative di sicurezza e tranquillità di una ampia comunità di spettatori”. Il caso in effetti non è isolato, e ad oggi esistono online ancora diversi video nei quali genitori o parenti condividono online il proprio lutto per i famliari perduti esibendoli senza vita nei loro tiktok. leggi articolo completocliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More

Articoli Suggeriti per Te

Back to top button