Digital News

l’icona degli anni ’90 diventa Tactics

Poche ore fa si è tenuto il Summer Game Fest, festival digitale dedicato agli annunci più importanti sui prossimi videogiochi in uscita, oltre che agli annunci sui titoli del momento, come Among Us. Tra le sorprese dell’evento figura Metal Slug Tactics, spin-off in arrivo prossimamente su PC via Steam. L’iconico sparatutto a scorrimento, il cui primo capitolo risale al 1996, cambia veste e prende le meccaniche del genere tattico. Ciò spiega la visuale dall’alto, detta isometrica.

Nel trailer di presentazione emergono tuttavia dei dettagli interessanti che rendono evidente la volontà del team di sviluppo, Leikir Studio, e del publisher, DotEmu, di mantenere salda l’estetica e lo stile tipico degli anni 90. Non è solo per il sottofondo rock dalle tonalità retro, né per le sequenze spettacolari in stile anime, ma soprattutto per il ritorno della pixel art, vero fiore all’occhiello di un’icona come Metal Slug.

In Metal Slug Tactics sarà possibile comandare i quattro personaggi storici della serie, ossia Marco, Eri, Tarma e Fio. Ognuno di loro sarà dotato di abilità uniche, utili per affrontare le diverse situazioni createsi nel campo di battaglia, che è diviso in tasselli, come la tradizione dei tattici richiede. Verranno comunicati i dettagli in seguito, tra cui la data d’uscita, che per adesso resta ignota. Intanto la storica serie di SNK si appresta a coinvolgere anche il pubblico mobile con il titolo Metal Slug Awakening, che sarà disponibile sia sui dispositivi iOS che Android. Tuttavia anche in questo caso non si ha una data d’uscita.

Metal Slug Tactics e Metal Slug Awaking dimostrano il desiderio di riprendere una delle icone più importanti e simboliche del videogioco degli anni 90, lasciando intatti i suoi elementi più caratteristici (stile, spettacolarità e umorismo) ma piegandole alle nuove esigenze del pubblico videoludico. Non resta dunque che attendere le…

Leggi post completo cliccando qui


Articolo Originale di Lorena Rao, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button