Digital News

Le streamer più seguite della nuova sezione di Twitch sulle dirette in vasca da bagno

Sono passati pochi giorni da quando sulla piattaforma di streaming Twitch ha debuttato una nuova categoria di video: battezzata Pools, Hot Tubs, and Beaches, la nuova sezione del sito raccoglie tutte le dirette in onda da piscine, spiagge e soprattutto vasche da bagno e idromassaggi e ha già catalizzato l’attenzione di un numero piuttosto elevato di spettatori sul sito. Secondo un’analisi di Rainmaker.gg in appena 4 giorni la nuova categoria ha totalizzato più di 1,4 milioni di ore di visualizzazione totali, spartiti però tra una manciata di streamer già piuttosto celebri sulla piattaforma.

La nuova sezione di Twitch

La stessa categoria del resto non è nata dal nulla, ma rappresenta una soluzione di compromesso ideata dai gestori di Twitch per rispondere a polemiche già montanti da tempo sul sito. Le dirette che ricadono nella nuova sezione Pools, Hot Tubs, and Beaches riprendono infatti streamer principalmente femmine riprese in abiti discinti. Le regole di Twitch normalmente vietano trasmissioni incentrate sul mettere in mostra il proprio corpo, ma fanno una eccezione quando il contesto lo consente – ad esempio nel caso appunto di spiagge e vasche da bagno. La creazione di una sezione apposita e dedicata a questi contenuti ha sciolto un’ambiguità parecchio criticata dagli utenti, ma ora sta facendo discutere gli stessi creator coinvolti, perché consente alle aziende di isolare i loro stream da eventuali inserzioni pubblicitarie mirate a un pubblico meno maturo.

La classifica delle streamer

Nel frattempo la sezione ha già una popolarità non indifferente e si è piazzata al 26esimo posto tra le più seguite della piattaforma. Al suo interno la creator che si stabilisce al primo posto tra le più seguite è Amouranth, che del resto è tra le prime posizioni tra le streamer Twitch più note in generale; nei primi giorni dall’attivazione della sezione Hot Tubs la ragazza…

Leggi post integrale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button