Business & Management

Le filiere agroalimentari rilanciano il Made in Italy grazie alla blockchain

Milano, 4 agosto 2020 – 17:02

Var Group investe su Trusty, la piattaforma della startup marchigiana Apio per la tracciabilit dei dati sulle preferenze dei consumatori e sulla produzione

di Lorenzo Nicolao

Consumatore e produttori sempre pi vicini. Baster un QRcode per risalire alla filiera di un prodotto e quindi valorizzare le aziende agroalimentari che lo hanno realizzato, per uno dei settori pi importanti dell’economia italiana fatta di eccellenze e piccole e medie imprese. Tutto questo stato reso possibile grazie all’ultimo investimento di Var Group, dopo una collaborazione di due anni, a favore di Apio e al lancio della piattaforma Trusty, creatura della stessa start up marchigiana fondata nel 2014 da un gruppo di giovani studenti dell’Universit Politecnica delle Marche.

Come operatore di riferimento in Italia nel settore dei servizi e delle soluzioni tecnologiche per le imprese, Var Group ha siglato una partnership con Apio che prevede l’acquisizione del 10% con la sottoscrizione di un aumento del capitale per integrare le competenze della start up con tecnologie di Blockchain e Internet of Things. Tali soluzioni permetteranno cos di dare risalto alle aziende dell’agrifood nel panorama nazionale e di intercettare pi facilmente le preferenze dei consumatori e le loro abitudini grazie a un processo di digitalizzazione industriale, fornendo informazioni significative sulla produzione. Trusty offre infatti delle soluzioni per la tracciabilit dei dati della filiera alimentare, valorizzando le eccellenze e promuovendo la trasparenza dei prodotti alimentari acquistati, investendo anche sulla crescita di un team molto giovane.

Francesca Moriani, CEO di Var Group Spa, ha descritto cos l’operazione. L’obiettivo era quello di introdurre qualcosa di nuovo nel settore, meglio se riusciamo a investire in un team di giovani talenti. Con le tecnologie emergenti possiamo meglio rispondere alle esigenze di digitalizzazione delle imprese. Uno dei primi progetti di innovazione concreti sul territorio ha coinvolto Colli del Garda, azienda produttrice di prosciutti che garantisce l’origine Dop dei suoi prodotti distribuiti in tutta Italia. Orgogliosi di accogliere questo gruppo nel progetto, continua Moriani. L’opportunit di digitalizzare nell’ambito di un settore tanto importante per il Made in Italy offre un valore aggiunto al business di aziende che hanno attualmente ancora grandi margini di miglioramento sul mercato.

I fondatori di Apio Alessandro Chelli e Lorenzo Di Berardino ribadiscono la strategia della start up. Ci siamo sempre definiti venture builder grazie alle ampie possibilit offerte dall’innovazione tecnologica. Diamo alle aziende le competenze per sviluppare progetti di questo tipo, creando una naturale intesa. Una spinta al loro livello di competitivit che pu essere solo incentivata dall’investimento e dalla fiducia concessaci da Var Group.

4 agosto 2020 | 17:02

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Articolo di pubblicato a questo indirizzo. e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.


Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button