Business & Management

La scarpa camaleontica di ACBC vince la terza edizione di WPP Innovator

Milano, 10 luglio 2020 – 12:29

La sostenibilit ai piedi. Il primo posto al contest delle start up vale una consulenza di esperti per consolidare un business gi avviato

di Lorenzo Nicolao

Tra le cinque start up finaliste del premio WPP Innovator ha vinto la scarpa, non una qualunque, quella che ha una suola che pu contare su 100 tomaie differenti e oltre mille combinazioni diverse, una soluzione che garantisce un abbattimento dei costi e dell’inquinamento prodotto dalla sua produzione. ACBC il nome della start up fondata nel 2017 da Edoardo Iannuzzi e Gio Giacobbe, che in breve tempo ha raggiunto una grande popolarit grazie a un video diventato virale sul web, con 50 milioni di visualizzazioni e oltre 2.500 clienti in tutto il mondo. La terza edizione del premio WPP Innovator ha riconosciuto anche un premio speciale a Glass to Power per la sostenibilit, ma sar ACBC a contare per ogni ambito del business di un team di esperti di WPP per poter crescere, una rappresentativa del primo gruppo mondiale e italiano nel settore dei servizi digitali, pubblicit e comunicazione, superando cos la concorrenza di Kaitiaki, Ofcourseme, Mogu e Agricolus, le altre start up finaliste.

L’iniziativa, quest’anno in veste digitale con il pubblico votante collegato via internet da casa a causa delle restrizioni attuali, promossa dall’associazione no profit Amici della Triennale, con la collaborazione della stessa Triennale, proprio con l’intento di promuovere giovani imprese che sappiano dare risposte concrete a problemi di stretta attualit, un riconoscimento a creativit, impegno e imprenditorialit, anche per l’innovazione in campi solitamente tradizionali. In un momento difficile come questo importante saper dare risposte ai problemi, per questo in tempo di crisi l’innovazione l’unica strada percorribile, quindi da incoraggiare, ha ricordato Simona Maggini, Country Manager di WPP. Il riconoscimento di chi sa fare la differenza in tal senso acquisisce ancor pi valore in un anno complicato come il 2020. Lo stesso intento ha premiato nelle prime due edizioni Artemest, piattaforma di ecommerce per i prodotti di lusso fatti a mano, e Xnext, una tecnologia spettroscopica per identificare in tempo reale le caratteristiche chimico-fisiche dei materiali.

Dietro l’idea di ACBC prevalsa l’idea della sostenibilit e di un alleggerimento dei costi di produzione, soprattutto in termini ambientali. La scarpa modulabile mantenendo la stessa suola si pu vestire di “skin” diverse, in modo da garantire con un unico paio uno stile sportivo, glamour e casual. Grazie a una zip speciale le due parti unite proteggono il piede dall’acqua e da altri agenti esterni. Era un settore fermo da tempo quello delle calzature, ha spiegato il cofondatore Edoardo Iannuzzi. Volevamo rinnovarlo con qualcosa di utile e speciale, possibilmente efficiente con le necessit del mercato e del mondo attuale. Il prodotto completo costa in media 120 euro, ma l’intercambiabilit permetter alla calzatura di offrire tante paia di scarpe in una sola. Un’idea che evidentemente piace, perch tra i 13 store monomarca all’attivo in nove Paesi, ACBC vanta gi collaborazioni con grandi case di moda come Moschino e Armani.

10 luglio 2020 | 12:29

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Articolo di pubblicato a questo indirizzo. e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.


Tags
Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button