Digital News

La nostra casa è poco smart? Facciamola evolvere con gli elettrodomestici giusti

Che il coronavirus abbia portato a uno sconvolgimento delle nostre vite è un fatto incontestabile: non solo per i timori e i lutti legati direttamente al virus, e non solo per aver messo in difficoltà interi settori merceologici. Il cambiamento radicale è stato anche nella quotidianità di ognuno: nel non avvertire più la socialità, nella restrizione della libertà di movimento e soprattutto nel confinamento tra le quattro mura domestiche. Il lockdown, insomma, ci ha fatto tornare tutti un po’ “cavernicoli”, sia in quanto a relazioni sociali, sia soprattutto in quanto a stile di vita.

La “caverna”, la nostra casa, è tornata a essere il fulcro di qualsiasi attività: nell’anno della pandemia lo smart working è diventato sempre più spesso la regola, trasferendo l’ufficio nel soggiorno; la scuola a sua volta si è trasformata in Dad, portando i banchi nelle nostre case. Abbiamo iniziato ad uscire solo per “andare a caccia”, a procacciarci il cibo nei supermercati. E dopo esserci illusi, durante l’estate, che fosse tutto finito, in autunno e poi in inverno, con la seconda e la terza ondata, siamo tornati a chiuderci in casa. Di nuovo. E di nuovo siamo stati colti alla sprovvista.

Così è successo che tra smartwatch, smartphone, smart working e Dad (la “smart school”), l’unica cosa a essere poco smart è rimasta la nostra casa. E la vita casalinga ci ha fatto scoprire piccoli e grandi problemi domestici ai quali prima, con uno stile di vita completamente diverso, non avevamo mai fatto caso. A partire dalla colazione: chi, attrezzato solo con la moka, durante il lockdown non ha desiderato ardentemente una buona macchina per il caffè, magari di quelle superautomatiche capaci di erogarlo lungo, corto, stretto, largo, caldo, freddo e tiepido, e magari anche di fare il cappuccio?

E chi, magari abituato a fare piccole spese al negozietto sotto casa o al supermercato di quartiere, trovandosi costretto a fare scorte per evitare di…

Leggi articolo completo cliccando qui


Articolo Originale di Ciaopeople Studios, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button