Digital News

IoT per l’healthcare, 3 trend per l’assistenza sanitaria nel 2021

La combinazione fra IoT e cura dei pazienti si svilupperà soprattutto grazie ad Ai e cloud per telemedicina, assistenza personalizzata e gestione in reparto.

La combinazione fra Healthcare e IoT promette molti vantaggi nella cura dei pazienti e nell’organizzazione delle attività sanitarie. Il Covid-19 ha costretto persone e organizzazioni a nuove sfide, una delle principali il distanziamento sociale, che ha provocato un’impennata nell’uso di tecnologie come il cloud. L’IoT e l’AI. E’ quindi per questo motivi che l’IoT è visto come una tecnologia promettente per il 2021 in campo sanitario.

L’adozione di nuove soluzioni IoT è destinata ad accelerare a causa della pandemia. In una recente indagine globale condotta dall’IEEE, il 42% su 350 Cio e Cto intervistati ha detto di aver accelerato l’adozione di tecnologie IoT in seguito alla pandemia.

Si chiama Internet of Medical Things (IoMT) l’applicazione particolare dell’IoT in campo medico. Secondo stime di esperti riportate da un report recente di MarketsandMarkets secondo cui il mercato globale del’IoT nell’healthcare passerà da 72,5 miliardi di dollari nel 2020 a 188,2 miliardi nel 2025, con un tasso di crescita annuo del 21%.

Diversi paesi in Asia, fra cui Cina, India e Giappone, sfruttano tecnologie IoT per raccogliere informazioni utili ad accrescere la domanda di servizi sanitari.

Nuovi utilizzi e IoT trends nell’healthcare

L’Iot è in grado di potenziare e migliorare le modalità di interazione delle persone con l’esterno. La tecnologia IoT, che si tratti di dispositivi sanitari di alto livello o di comuni gadget domestici, facilita la comunicazione costante tra reti e dispositivi.

Inoltre, l’IoT ha la capacità di modificare l’intera industry dell’healthcare con un ampio ventaglio di nuovi utilizzi come ad esempio:

Comunicazione più fluida tra pazienti e medici, comprese le prescrizioni e virtuali le ricette elettroniche;programmi connessi da casa per i pazienti per ridurre la potenziale esposizione al coronavirus;realtà virtuale e aumentata per insegnare agli studenti corsi di assistenza sanitaria;servizio di ambulanza intelligente basato su sensori agli incroci stradali;reti di veicoli di emergenza;raccolta dati medici a livello utente tramite sensori.Questi casi d’uso promuovono le tendenze che ospedali e pazienti adotteranno nel 2021, tra cui:

Telemedicina e healthcare da remoto

Molti ospedali a livello globale utilizzano già strumenti di monitoraggio basati su AI per raccogliere dati e trattare il paziente in base a report in real time.

Assistenza sanitaria personalizzata

I dispositivi di assistenza sanitaria da casa possono diminuire in maniera significativa la perdita di vite umane.

L’assistenza personalizzata informa ed è in grado di prevenire scostamenti dei parametri vitali in tempo reale grazie all’analisi intelligente dei dati. Gli operatori sanitari possono condividere i dati raccolti contemporaneamente con familiari e medici in caso di emergenza.

La gestione sanitaria

Le strutture ospedaliere possono utilizzare dispositivi IoT per gestire e tracciare il movimento di tutti i pazienti, medici e personale nei reparti in tempo reale, il che può ridurre qualsiasi ritardo per affrontare situazioni di emergenza o danni fisici.

Una tipica visita in ospedale richiede ai pazienti di seguire una procedura che include la registrazione, l’assegnazione del reparto, l’operazione o la somministrazione di farmaci, la supervisione del medico, l’assegnazione dei farmaci e il rilascio dopo risultati positivi.

Gli operatori sanitari possono automatizzare ogni fase della procedura e tracciare digitalmente un paziente con dispositivi IoT per generare dati per l’analisi della vendita di farmaci, il numero di pazienti gestiti, gli strumenti di rilevamento della temperatura e l’analisi dei rapporti di test. I dati possono essere distribuiti in una comune architettura basata su cloud con nodi edge, comunemente nota come sistema di gestione delle informazioni sanitarie.

leggi articolo completocliccando qui


Articolo Originale di Paolo Anastasio, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button