ComunicazioneMarketing

Instant Articles: Facebook punta a privilegiare l’esperienza veloce sul web

Sulla scia di Google, FB punta agli Instant Articles e dice basta ai "tempi morti" per i cyber-utenti

E’ passato un biennio da quando Facebook si è lanciato nell’esperienza innovativa degli Instant Articles e, ora, sulla scia della “grande G” di Mountain View, punta a privilegiare l’esperienza veloce del web e a migliorare e a ridurre i tempi morti per l’utente.

Si tratta di una nuova mossa strategica per il Gruppo di Mark Elliot Zuckerberg che prevede una nuova modifica all’algoritmo di quanto viene visualizzato nel flusso di notizie presenti sulla piattaforma per spingere più in alto i post con i link ai web sites che si caricano in maniera più veloce possibile sui dispositivi mobili.

Si tratta di una novità veramente interessante per tutti gli utenti di Facebook che sarà implementata gradualmente nei prossimi mesi. Secondo le stime di Facebook, quasi la metà di chi visita siti (il 40%) li abbandona dopo appena 3 secondi di ritardo nel caricamento della pagina: da questa critica e problematica diffusa, Facebook spingerà molto di più, di quanto ha fatto finora, sugli Instant Articles.

Insomma, Facebook non vuole che i cyber-utenti si stanchino ed impazziscano per leggere gli articoli in maniera lenta e spiacevole per problemi di caricamento delle pagine. L’esperienza nel leggere gli articoli e nel cliccare e visionare le varie pagine di un sito web deve essere “leggiadra”, piacevole ed assolutamente veloce, senza “intoppi”, “colli di bottiglia” e tempi morti che creano solo minusvalore per l’utente e comportano una perdita di click e di visualizzazioni quotidiane.

La velocità dei link sarà misurata anche tenendo conto della qualità di connessione dell’utente e dei tempi di caricamento complessivi di una pagina. Una vera mossa strategica quella che metterà in atto Facebook i prossimi mesi e, non è il solo.

Obiettivo-target di Facebook: puntare agli Instant Articles

Addio giornalismo tradizionale, oramai il giornalismo di “vecchio stampo” è morto per sempre: il futuro si giocherà sempre di più sugli Instant Articles e, ad annunciarlo,è uno dei più potenti Social a livello planetario.

Con questa tattica strategica Facebook prova a spingere ancora gli editors verso gli Instant Articles, il formato delle news veloci lanciato nel 2015 e non proprio mai decollato come auspicato. E le novità non sono finite qui: Facebook ha annunciato il desiderio di implementare gli articoli a pagamento ed avrebbe già preso contatti con vari editors per “migliorare i modelli di business di sottoscrizione su Facebook”.

Da quanto commentato ed annunciato dalla giornalista Campbell Brown, Head of News Partnerships, a proposito del progetto giornalistico ed editoriale che svilupperà Facebook per i prossimi mesi: “il giornalismo di qualità ha un costo e vogliamo assicurarci che possa svilupparsi su Facebook. Come parte del nostro test per consentire agli editori di implementare il ‘paywall’ degli Instant Articles, avranno la possibilità di linkare al proprio sito per elaborare le iscrizioni e mantenere il 100% delle entrate“.

Quali sono i vantaggi degli Instant Articles?

Dal loro lancio sui Social, gli Instant Articles, fino ad oggi, non hanno conosciuto un successo così popolare come si sarebbe auspicato. Per questo Facebook spingerà molto di più nei prossimi mesi: si tratta, in fin dei conti, di una campagna innovativa e davvero interessante non solo per i Social e per i giornalisti ma, soprattutto, per i visitatori e gli utenti.

Quali sono i vantaggi?  Gli Instant Articles sono articoli interamente pubblicati sulla app di Social (e non più tramite links che rimanda ai siti di news), che vantano funzioni multimediali potenziate e una rapidità di download incomparabile rispetto alla media di 8 secondi che occorrono oggi per aprire un link esterno e leggere un contenuto multimediale.

Per gli utenti, l’esperienza di fruizione degli Instant Articles appare senz’altro più ricca: gli articoli si caricheranno all’interno della app di Facebook per iPhone con un corredo di didascalie audio, foto ad alta risoluzione  mappe interattive e commenti nel corpo del testo. Purtroppo, per il momento la versione Android non è stata ancora implementata ma, assicura FB, arriverà a breve.

Che dire: per Facebook si tratterà di creare un’esperienza consolidata per gli utenti mediante una strategia di fruizione di contenuti di alta qualità e velocità!

Tags
Show More

Related Articles

2 thoughts on “Instant Articles: Facebook punta a privilegiare l’esperienza veloce sul web”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker