Business & Management

Influencermania, il manuale per fare business grazie agli influencer

Non cercare di seguire le tendenze. Creale.” Scriveva Simon Zingerman.

Dietro questa affermazione apparentemente semplice, immediata, intuitiva si nasconde però un mondo nuovo, complesso, talvolta bistrattato e banalizzato ma che racchiude un potenziale di business incredibile per le aziende e i brand che oggi approcciano al digital marketing. Stiamo parlando degli influencer, chiamati non a caso anche content creators e protagonisti di quello che viene definito influencer marketing, sempre più rilevante all’interno di strategie di comunicazione aziendali e sempre più perno con il quale ottenere un engagement reale e disintermediato con i propri stakeholders digitali puntando sull’aspetto valoriale del brand.

Quella dell’influencer marketing è un’area professionale ormai riconosciuta dall’opinione pubblica e dagli esperti del settore ma che, ancora oggi, rimane per certi aspetti ancorata a pregiudizi che ne minano la credibilità e l’autorevolezza. Il motivo? Una scarsa consapevolezza dei benefici che investire in questa pratica porta, se attuata con metodo e rigore, e l’attaccamento ad una concezione ormai superata del termine.

Per questo nasce Influencermania, il libro scritto a quattro mani da Mariaisabella Musulin e Omar Rossetto per Hoepli. Un manuale che fornisce gli “attrezzi del mestiere” necessari ad avviare una campagna con le star del Web, in grado di portare risultati concreti anche ai micro e local brand.

Influencermania è un viaggio, anche temporale, alla scoperta dei tools di cui munirsi per avere il massimo rendimento da una campagna di influencer marketing. Una sorta di istruzioni per l’uso per destreggiarsi con lucidità, e non improvvisazione, nell’intricato mondo dei social facendo leva sulla credibilità di cui oggi godono le figure degli influencer.

Omar Rossetto   Mariaisabella MusulinGli autori: Mariaisabella Musulin e Omar Rossetto

Ma basta ingaggiare un influencer per ottenere un effetto positivo sul proprio business?

Assolutamente no! Mariaisabella e Omar con Influencermania ci mettono di fronte a quelle azioni da parte delle aziende che, ritenute a priori efficaci, sono invece controproducenti: ingaggiare influencer non in linea con i valori del brand, affidarsi ciecamente alla creatività dei content creators, non ritenere necessario brieffare l’influencer con cui si avvia una collaborazione. Sono solo alcuni dei presunti piccoli errori che alla lunga portano ad un investimento senza ritorno e ad una percezione di inadeguatezza dell’influencer rispetto al brand con un danno alla reputazione di entrambi.

Influencermania è un libro rivolto ad aziende, influencer ma anche a tutti coloro che approcciano per la prima volta al mondo dell’influencer marketing. Oltre a veri e propri tips utili e vademecum che sarebbe meglio seguire per non incappare in errori dettati da avventatezza e mancanza di consapevolezza di questo mondo, vi sono anche interviste a personaggi noti di varie discipline che hanno saputo costruirsi un notevole seguito sui social, da Tony Cairoli (9 volte campione mondiale di motocross) a Paolo Stella (attore e scrittore esperto di luxury e moda) fino a Andrea Rock (conduttore radiofonico di Virgin Radio), Naomi Tripi (blogger di moda e beuaty) e Anna Penello (brand ambassador di moda di soli 24 anni).

Testimonianze che affrontano l’evoluzione e i possibili scenari futuri della professione influencer e di come le aziende siano oggi più consapevoli e pronte a inserire in un discorso di business strategico l’utilizzo di tali figure, elementi centrali del mondo digitale e, forse, vero fulcro di quella che sarà l’evoluzione della pubblicità e della comunicazione negli anni a venire.

GLI AUTORI

Omar Rossetto Head of Social Media in Velvet Media Italia, nel 2019 ha cofondato Just X, start-up innovativa che sviluppa progetti come trovainfluencer.com, piattaforma-database di oltre 2.000 nano e micro influencer geolocalizzati in Veneto per campagne di influencer marketing, e All Stars For Good, piattaforma charity che mira alla valorizzazione del grande seguito delle social media celebrities a fin di bene.

Mariaisabella Musulin per Velvet Media Italia si occupa di marketing, lavorando a progetti tra International e moda. È cofondatrice di Just X.

Entrambi hanno rinunciato ai proventi della vendita del libro in favore dell’Associazione Vicenza for Children.


Articolo di pubblicato a questo indirizzo. e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.


Tags
Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button