Digital News

il nuovo progetto delle star di TikTok

Da piccoli tutti avranno sognato di vivere con i loro cartoni animati preferiti avventure possibili solamente nel mondo della fantasia. Quel sogno si è realizzato – leggermente in ritardo – per Charli D’Amelio e la sorella Dixie, che hanno appena debuttato in Squeaky and Roy – una serie di contenuti in realtà aumentata con la presenza di due personaggi animati in 3D, ovvero gli Squeaky e Roy del titolo. Le prime clip sono state caricate su profili social appositamente aperti dalla famiglia D’Amelio su Instagram e TikTok, e vedono i due personaggi interagire sia con Charli e Dixie che con i due genitori e l’ambiente circostante.

 

Il personaggio principale della serie è Squeaky; è modellato sulle fattezze di un peluche che Dixie ha smarrito da piccola in aeroporto, e si accompagna alla spalla pennuta Roy. Lo sviluppo è avvenuto in collaborazione con Invisible Universe, un’azienda specializzata nella realizzazione di personaggi 3D per contenuti di tipo cartoon destinati a social e piattaforme di condivisione. Per il momento il ruolo di Squeaky e Roy sembra essere proprio quello di protagonisti in una serie di contenuti nei quali interagiscono con l’ambientazione reale attraverso tecniche di realtà aumentata.

Come funzionano Squeaky e Roy

Il principio alla base delle prime clip pubblicate è a grandi linee lo stesso delle grandi produzioni caratterizzate da personaggi generati al compurer. Dopo aver definito l’aspetto di Squeaky e Roy modellandoli in 3D, la parlata e il movimento vengono generati automaticamente, così come il posizionamento nell’ambiente avviene attraverso calcoli della prospettiva eseguiti da computer. Restano fuori i movimenti e le voci: i primi vengono impartiti da attori in carne e ossa ripresi da telecamere speciali, mentre l’audio è fornito da dei doppiatori. Anche la famiglia D’Amelio ha un ruolo non secondario: i vari membri hanno infatti il…

Leggi pezzo originale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button