Digital News

il nuovo messaggio delle app di incontri

Alcune delle principali applicazioni del settore del dating online, tra cui Tinder, Match e OKCupid, hanno lanciato un chiaro messaggio ai loro utenti: se vi vaccinate, avrete più match e quindi rapporti amorosi. Il messaggio fa parte della nuova strategia di alcune delle app più usate per spingere i propri utenti a vaccinarsi, fornendogli poi strumenti per indicare ai potenziali match il fatto di essere protetti contro la Covid-19. Il motivo è semplice: secondo una ricerca svolta da OKCupid, le persone che sono vaccinate hanno il 14 percento in più di match.

Nella maggior parte di queste app sarà possibile (o è già possibile) indicare la vaccinazione effettuata attraverso l’utilizzo di adesivi o campi personalizzati nella biografia personale, in modo da far sapere agli altri utenti (e quindi ai potenziali match) di essere protetti contro l’infezione da Coronavirus. Un approccio utile soprattutto negli Stati Uniti, dove chi si è vaccinato può non seguire alcune regole non utilizzando le mascherine all’aperto e non rispettando il distanziamento sociale. Le funzioni specifiche varieranno però da applicazione ad applicazione: Tinder, per esempio, fornirà agli utenti vaccinati funzionalità premium e adesivi pro-vaccini.

Altre app come Bumble e Badoo offriranno simili badge e crediti complementari per chi si è vaccinato, mentre Hinge offrirà gratuitamente le funzioni a pagamento a chi ha già ricevuto le dosi di vaccino anti Covid e lo ha indicato nel suo profilo. Ciò che non è ancora chiaro è il metodo con il quale le app si assicureranno che gli utenti abbiano effettivamente fatto il vaccino: teoricamente funzionerà in maniera simile ai sistemi di verifica delle identità come quello di Tinder (magari usando la stessa certificazione vaccinale necessaria per il Green Pass), ma le app dovranno comunque assicurarsi che i documenti non siano contraffatti.

Leggi post originale cliccando qui


Articolo Originale di Marco Paretti, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button