Digital News

il nipote le costruisce una macchina che stampa i messaggi

Le app di messaggistica istantanea mantengono in contatto miliardi di persone in tutto il mondo, ma finiscono per discriminare chi ha meno dimestichezza con gli smartphone e i loro touch screen, come ad esempio i più anziani. Il problema lo ha risolto a modo suo Manuel Lucio Dallo, un ingegnoso nipote che per poter rimanere in contatto con la nonna ha costruito Yayagram, un dispositivo capace di stampare in tempo reale i messaggi che i parenti mandano all’anziana signora.

La segreteria telefonica dell’era della messaggistica

Il nome del marchingegno è una fusione tra Yaya, che in dialetto castigliano vuol dire nonna, e Telegram, ovvero la piattaforma scelta per le comunicazioni. Il dispositivo in effetti si può considerare come una sorta di segreteria telefonica dell’era della messaggistica istantanea, anche se in realtà è veramente unico nel suo genere: quasi del tutto analogico, è pensato per poter essere utilizzato senza tastiere touch da utilizzare con precisione né interfacce da padroneggiare. All’esterno Yayagram mostra soltanto un microfono, un pulsante per attivarlo e un cavo di collegamento che parte da una uscita che reca l’etichetta Yaya e va infilato in una di 7 prese a disposizione.

Come funziona Yayagram

A ciascuna presa corrisponde uno dei 7 nipoti della nonna di Manuel: come in un centralino di inizio ‘900 il cavo di collegamento va inserito nella presa corrispondente al nipote che la nonna desidera raggiungere. Una volta effettuato il collegamento, basta tenere premuto il pulsante sulla scocca e pronunciare il messaggi; al rilascio del pulsante, il vocale parte e raggiunge lo smartphone del destinatario designato – oppure tutti i destinatari nel caso il cavo venga infilato in una ottava presa con la dicitura Todos. I nipoti possono contattare la nonna con dei messaggi testuali, che Yayagram stampa su un rullo di carta termica avvolto all’interno della…

Leggi pezzo originale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button