Digital News

Google Maps chiede aiuto agli utenti per completare le mappe di Street View

Gli utenti Android potranno contribuire alla mappatura delle strade che ancora non sono raggiungibili dalle Google Car con le loro foto. Test in alcune città pilota

(Foto: Google)Google Maps inizierà a sfruttare il crowdsourcing per arricchire le  immagini su Street View. L’appello di Big G è rivolto agli utenti, che potranno caricare le foto di strade e percorsi non ancora disponibili nella visualizzazione delle mappe.
Finora le immagini di Street View di Google Maps sono state catturate grazie alle Google Car, delle macchine sul cui tettuccio è montata una fotocamera in grado di scattare istantanee a 360 gradi dell’ambiente circostante. Purtroppo queste macchine non possono accedere ovunque, lasciando alcune strade non visualizzabili tramite il servizio Street View.
Secondo Big G questa novità non solo consentirà a Street View di mantenere aggiornate le immagini dei quartieri, ma estenderà anche il suo sguardo a luoghi in cui non è mai stato prima, come alcune strade pedonali, vie di campagna o sentieri montani.
Saranno gli stessi utenti a poter contribuire a mappare le strade utilizzando semplicemente il loro smartphone. Gli unici prerequisiti per accedere al progetto saranno quelli di utilizzare un dispositivo con sistema operativo Android che supporti il framework per la realtà aumentata Ar Core di Big G. Questo permetterà al telefono di inviare dati dai suoi vari sensori, come l’accelerometro e il giroscopio, insieme alle immagini in modo che Street View possa poi orientarle correttamente in un punto sulla mappa.
Google ha spiegato che le immagini caricate dagli utenti subiranno lo stesso trattamento di quelle acquisite dalle Google Car e che quindi i volti delle persone e le targhe dei veicoli verranno oscurati dal medesimo software. Google ha deciso di iniziare a sperimentare questa novità in alcune città pilota. Più precisamente saranno gli utenti di Toronto in Canada, di New York e Austin negli Stati Uniti, della Nigeria, Indonesia e Costa Rica i primi che potranno caricare le foto dei luoghi ancora non raggiuti dalle Google Car.
 

Potrebbe interessarti anche

leggi articolo completocliccando qui


Articolo Originale di Gabriele Porro, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button