Digital News

Google e Facebook chiederanno a tutti i dipendenti di vaccinarsi prima di tornare in ufficio

Da Google a Facebook hanno richiesto ai propri dipendenti di vaccinarsi prima del loro rientro in ufficio previsto per autunno e a tal fine è stata ritardata anche la data di rientro da settembre a metà ottobre. A preoccupare è la diffusione della variante Delta.

Google e Facebook, due delle più grandi aziende tecnologiche del mondo, hanno annunciato che richiederanno a tutti i dipendenti di vaccinarsi prima del rientro in ufficio previsto per l’autunno. Google è stato il primo ad annunciarlo e Facebook ha seguito l’esempio poche ore dopo. Le realtà della Silicon Valley hanno chiarito la propria posizione sui vaccini ritardando anche il rientro in ufficio da settembre al 18 ottobre, per Google, e a data di ottobre ancora da definirsi per Facebook. Tutti i dipendenti che vorranno rientrare dovranno essere muniti di vaccino anti Covid-19.

A preoccupare le grandi aziende tecnologiche è la diffusione della variante Delta in molti luoghi dove hanno sede i loro uffici, soprattutto negli Stati Uniti d’America che al momento sta lottando per far vaccinare la popolazione adulta tra cui meno della metà ha ricevuto una dose di vaccino. Il presidente Biden ha lasciato libertà ai datori di lavoro di adottare determinate posizioni per i propri dipendenti contro il Covid-19. E se le aziende tecnologiche sono state tra i primi luoghi di lavoro a richiedere ai dipendenti di lavorare da casa all’inizio della pandemia, così si sono dimostrate anche le prime a richiedere ai propri dipendenti di vaccinarsi prima di tornare negli uffici statunitensi. Il CEO di Google Sundar Pichai ha scritto un post sul blog di lavoro: “Vaccinarsi è uno dei modi…

Leggi post originale cliccando qui


Articolo Originale di Clara Salzano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button