Marketing

Fulminacci, Aiello e Madame i cantanti più “coinvolgenti”. Fedez, Annalisa e Irama boom di fan

Su tutti Fedez che possiamo considerare un caso a parte rispetto agli altri, avendo mosso i suoi primi passi proprio sui social ed essendo legato nella vita e nelle attività di comunicazione a una top influencer come Chiara Ferragni.Federico Leonardo Lucia (vero nome dell’artista milanese) è un brand, una celebrity anche indipendentemente dalla sua carriera di rapper. Parliamo complessivamente, tra Facebook, Instagram, Twitter e Youtube di oltre 18milioni di follower e di un engagement complessivo per gli ultimi 3 mesi di 24milioni e 300mila interazioni.

Se ognuno dei suoi seguaci si tramutasse in un voto, sapremmo già chi è il vincitore della 71^ edizione del Festival di Sanremo.Mettendo dunque da una parte il “caso” Fedez, si può constatare come non sempre i nomi più affermati e con la carriera più lunga e solida possono vantare i volumi maggiori. Anzi. Sono spesso le nuove leve della musica italiana ad avere un largo pubblico sui social come per esempio Annalisa che vanta 3milioni e 438mila follower (con 2milioni e 840mila di interazioni) e Irama con 2milioni e 839mila (1milione e 79mila di engagment) oppure Gio Evan che ha ricevuto negli ultimi 3 mesi ben 3milioni e 400mila interazioni (1milione e 109mila follower).

LA CLASSIFICA SOCIAL DI SANREMO

Loading…

Fulminacci, Aiello e Madame i più coinvolgenti

Nella seconda tabella abbiamo invece la classifica dei primi 3 cantanti leader per ogni singolo social (Facebook, Instagram e Twitter) in base all’engagement complessivo (come detto, la somma di tutte le interazioni) e all’engagement rate; quest’ultimo è il tasso di coinvolgimento generato da un contenuto e prende in considerazione il numero di interazioni tra fan e cantante (più è alta la percentuale e migliore è la performance del contenuto).

Infatti, ci sono artisti con una nicchia di seguaci super affezionata, come per esempio Fulminacci, Aiello e Madame che hanno la performance migliore per engagement rate sia su Facebook sia su Instagram, oppure i Maneskin, Willie Peyote e La Rappresentante di Lista che primeggiano su Twitter.Moltissimi di loro devono ai social network molto più di un pezzo di notorietà, spesso infatti usano i social per sponsorizzare i brand che li ingaggiano e per lanciare i loro prodotti musicali.

Insomma, sui social non basta aver essere “famosi altrove”, vanno utilizzati con una strategia, un fine, un obiettivo chiaro che concretizzi la presenza, dove spesso ci si racconti in prima persona ma sempre con lo scopo di sfruttarli per immagine e profitti.


Source link

Show More
Back to top button