Musica & Spettacolo

Eurovision 2022: Kalush Orchestra, la band ucraina che fa commuovere

Martedì 10 maggio parte a Torino l’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest, e tra i favoriti alla vittoria ci sono sicuramente loro, i Kalush Orchestra, direttamente dall’Ucraina, con l’emozionante Stefania. In questo periodo così doloroso il gruppo racconta la propria terra, tra hip-hop e folk. Saranno loro ad aggiudicarsi la vittoria sabato 14 maggio?

Kalush Orchestra, la band ucraina che emoziona all’Eurovision

La Kalush Orchestra è pronta a conquistare l’Eurovision Song Contest 2022 con il brano Stefania, che fa commuovere già il pubblico e la critica.
“Mamma Stefania, i campi sono in fiori ma il cielo sta diventando grigio, mamma cantami la ninnananna, voglio sentire la tua cara voce” inizia il pezzo, una invocazione a tutte le mamme in Ucraina che vivono gli orrori della guerra o che si sono dovute separare dai loro figli.
“Sul palco del Palaolimpico noi avremo tre immagini che rappresentano la mamma: i suoi occhi, le sue mani, le sue lacrime” spiegano i ragazzi in una intervista per La Stampa. “Sono tre elementi che esprimono bene come si sentono le nostre madri in questo momento, hanno gli occhi pieni di lacrime, ma al tempo stesso non si perdono d’animo e con le braccia fanno di tutto per proteggere e mettere al sicuro i loro figli”.
Gli orrori della guerra non possono scalfire la potenza della musica, quasi lenitiva durante questo drammatico conflitto. A chi parla della loro vittoria, data quasi per certa, i ragazzi della Kalush Orchestra spiegano come il loro obiettivo oggi sia ben diverso: “Di certo dall’inizio del conflitto sono cambiate molte cose e anche il senso di quello che facciamo, la nostra missione è far vedere come la musica ucraina possa rappresentare e piacere a tutta l’Europa”.
Una voce per tutte le mamme ucraine, ma una dedica speciale a Stefania, la madre di Oleh, che non ha ascoltato il brano finché non è stato scelto per l’Eurovision. Una partecipazione inizialmente molto discussa. La vincitrice della selezione Vidbir 2022 era Alina Pash, la candidata fino allo scorso febbraio, quando fu squalificata, dopo l’inizio del conflitto, per sue posizioni poco chiare sulla Russia.
In particolare la cantante fu accusata di aver tenuto dei concerti in Crimea (dopo aver preso un volo da Mosca) e in Russia, violando il regolamento del Vidbir. A quel punto il suo posto è passato ai secondi classificati del concorso, proprio i Kalush Orchestra.

Chi sono i Kalush Orchestra, il loro nome un omaggio all’Ucraina

La Kalush Orchestra è una band hip-hop ucraina che combina motivi etnici con suoni moderni utilizzando diversi strumenti folk. La band prende il nome dalla città ucraina di Kalush. Situata ai piedi dei Carpazi, funge da ispirazione per la musica della band, che unisce l’hip-hop a elementi folk e autentica musica ucraina nelle canzoni. Inoltre, Kalush è la città natale di uno dei membri della band, Oleh Psiuk.
Un altro dei membri del gruppo ha già una esperienza all’Eurovision Song Contest: Ihor si è recato a Rotterdam l’anno scorso per competere con l’altra sua band, i Go_A.
Kalush Orchestra

fonte: cristinacmayca – dilei.it – link articolo originale – tutti i diritti riservati all’autore citato

Show More
Back to top button