Musica & Spettacolo

Eurovision 2022: chi è il cantante svizzero Marius Bear

Classe 1993, Marius Bear è l’artista che rappresenta la Svizzera all’Eurovision Song Contest 2022 in programma a Torino a partire da martedì 10 maggio e fino a sabato 14 maggio.
Marius Bear, nome d’arte di Marius Hügl, gareggia con il brano Boys do cry. Un cantante poliedrico e talentuoso, che in questa occasione avrà la possibilità di farsi conoscere in molti Paesi. Infatti la manifestazione musicale internazionale è un prestigioso e importante trampolino di lancio per le carriere degli artisti che vi prendono parte, come ad esempio è accaduto ai Måneskin, vincitori della passata edizione.

Marius Bear, chi è il cantante che rappresenta la Svizzera

Marius Bear è nato il 21 aprile del 1993. Ci sono alcune date che segnano svolte importanti per la sua carriera. L’anno che determina un importante cambio di rotta nella sua vita è il 2016, quando decide di mettere da parte l’idea di diventare un meccanico di macchinari edili per inseguire il sogno di diventare un cantante. È così, quindi, che inizia a viaggiare come musicista di strada tra Svizzera e Germania.
Il sogno assume sempre di più i connotati di qualcosa di tangibile quando, a un festival musicale, fa un incontro che gli cambia la vita. Un produttore lo invita a New York e poi il suo nome inizia a girare nell’ambiente artistico svizzero.
Anche il 2017 segna una data importante nel suo percorso, perché Marius Bear si trasferisce nel Regno Unito per studiare produzione musicale presso il prestigioso  BIMM Institute di Londra. Un altro luogo in cui gettare le basi per quello che sarà il suo primo album, ovvero Not Loud Enough.
Ogni vita è fatta di date importanti, un’altra che è stata essenziale per la carriera artistica di Marius Bear è quella dell’otto marzo 2022 quando è stato comunicato che l’azienda radiotelevisiva pubblica svizzera (la SRF) lo ha scelto come rappresentate del Paese all’Eurovision Song Contest 2022.

Marius Bear, in gara all’Eurovision 2022

Marius Bear gareggia all’Eurovision 2022 con il brano Boy do cry, che fa parte dell’omonimo album. Un’intesa ballata, che mette in evidenza la sua voce potente e capace di toccare le corde del cuore. Anche grazie a un testo molto profondo e che invita alla riflessione. Lo si può ascoltare durante la prima semifinale dell’Eurovision ed è il quarto artista a salire sul palco.

Marius Bear, i social

Molto attivo sui social (in particolare Instagram e TikTok), nei giorni che hanno preceduto la manifestazione musicale internazionale, Marius Bear ha pubblicato molti scatti dei preparativi. Ma anche di Torino con le sue strade, il cibo e le opere. Non manca l’emozione, quella di salire su un palco importante e di esibirsi in uno show seguito in tantissimi Paesi del mondo. L’artista, infatti, sta facendo un vero e proprio conto alla rovescia dal quale emerge tutta l’attesa per il grande giorno. Che è la prima semifinale, quando si esibirà come ospite Diodato con Fai rumore.
L’Eurovision Song Contest 2022, grazie alla vittoria dei Måneskin nel 2021, si tiene a Torino ed è condotto da Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan. Per l’Italia salgono sul palco Blanco e Mahmood con Brividi, Achille Lauro invece gareggia per San Marino con Stripper.
Marius Bear

fonte: Cinzia Del Prete – dilei.it – link articolo originale – tutti i diritti riservati all’autore citato

Show More
Back to top button