Digital News

Enel X a supporto delle amministrazioni pubbliche nel percorso di adesione a PagoPA

Pocket PA, sviluppata dalla controllata PayTipper, è la soluzione che consente alle amministrazioni di adeguarsi ai nuovi standard tecnologici previsti dal sistema PagoPA.

Enel X a fianco delle amministrazioni pubbliche per aiutarle a portare a termine l’iter di adesione alla piattaforma dei pagamenti elettronici PagoPA, realizzata per rendere più semplice, sicura e trasparente qualsiasi operazione verso la Pubblica Amministrazione (PA).  

L’obbligo di adesione alla piattaforma pagoPA determina anche la necessaria integrazione con la stessa piattaforma dei prestatori di servizi di pagamento (PSP), i quali entro giugno 2021 dovranno anche essere aggiornati secondo le più recenti linee di sviluppo predisposte da pagoPA S.p.A. per l’accettazione dei pagamenti pagoPA effettuati con POS.

Accesso alla piattaforma PagoPA

Enel X lancia una campagna straordinaria offrendo un’agevolazione sul prezzo della soluzione POS Pocket PA, che è già disponibile con i nuovi standard previsti dalla pagoPA S.p.A.

Pocket PA, sviluppata dalla controllata di Enel X, PayTipper, è la soluzione che consente alle amministrazioni di adeguarsi ai nuovi standard tecnologici previsti dal sistema PagoPA.

“Con questa nuova iniziativa, vogliamo rafforzare il nostro ruolo di partner strategico della PA e facilitare il percorso di trasformazione digitale degli enti pubblici. Il nostro scopo è agevolare l’innovazione dei sistemi di pagamento a vantaggio di cittadini e imprese, offrendo soluzioni ad hoc e a costi competitivi”, ha dichiarato Riccardo Amoroso, Head of e-City Enel X.

“Il gruppo è già attivo da tempo in questo segmento di mercato – ha aggiunto – rilasciando soluzioni per la gestione dei pagamenti degli avvisi pagoPA attraverso PayTipper, la società del gruppo accreditata e operativa nel nodo già dal 2016 e tra i primi prestatori di servizi di pagamento (PSP) in Italia”.

“PayTipper ha sempre creduto che pagoPA costituisse un elemento fondamentale nella digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e fin dagli albori del progetto è stato uno dei player più attivi. Questa ulteriore iniziativa vuole essere un segno concreto per facilitare l’adesione delle Pubbliche Amministrazioni a pagoPA – ha affermato Angelo Grampa, Amministratore delegato di PayTipper Spa – in un momento di difficoltà per tutto il Paese, che tuttavia può essere utilizzato come volano di un cambiamento nel segno di una maggiore efficienza e di un migliore servizio ai cittadini”.

Come funziona POS Poket PA

Nel dettaglio, Pocket PA consiste in un terminale POS che integra la stampante e include lettore QRCode (2D) e software per la gestione delle transazioni su PagoPA, consentendo all’ente di eliminare le spese di commissione a proprio carico (soluzione multiEnte) riducendo i costi per la Pubblica Amministrazione rispetto a quanto accade con le attuali soluzioni di accettazione di pagamento con POS. 

Pocket PA permette con semplicità la lettura dei codici QR degli avvisi di pagamento, la stampa della ricevuta quietanzata PagoPA e comunica in tempo reale l’avvenuto pagamento al nodo PagoPA rendendo possibile all’ente beneficiario di controllare immediatamente la situazione dei pagamenti ricevuti.

Il terminale Pocket PA è disponibile in due modelli, nella versione per postazioni fisse e quella con connettività inclusa. Lo strumento è stato studiato anche per gli interventi che affiancano e integrano le attività amministrative delle scuole per gestire i pagamenti di diversi servizi parascolastici quali, per esempio: le iscrizioni degli alunni, le mense, le ricariche su PagoPA e i solleciti.

Per saperne di più:
ENEL

leggi articolo completocliccando qui


Articolo Originale di Redazione Key4biz, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button