Food & Wine

Dop e Igp, la crisi colpisce di più le imprese legate al turismo

Servizioviaggio tra i consorzi

Dallo Speck alla Burrata, dall’Asiago al San Marzano: tra le aziende soffre l’effetto Covid chi è legato all’horeca, meno chi lavora con la Gdo

di Emiliano Sgambato

La Burrata ha sofferto sooprattutto le prime fasi di lockdown per le difficoltà legate all’export

Dallo Speck alla Burrata, dall’Asiago al San Marzano: tra le aziende soffre l’effetto Covid chi è legato all’horeca, meno chi lavora con la Gdo

5′ di lettura

In difficoltà i produttori più piccoli e le specialità di nicchia, specialmente se legate alla ristorazione e al turismo. In tenuta le imprese maggiormente legate alla grande distribuzione. Mai come ora le medie statistiche rischiano di dare ragione a Trilussa e al suo famoso pollo, non restituendo la giusta rappresentazione né delle variegata realtà all’interno dei singoli consorzi di tutela agroalimentare, né del complesso universo delle denominazioni Dop, Igp e Stg. Che vale 7,26 miliardi di valore alla produzione per i 300 prodotti del food secondo l’ultimo rapporto Ismea Qualivita (escludendo quindi il vino, che ne vale da solo 8,9).

Se l’alimentare, almeno per ora, sta soffrendo meno di altri settori l’emergenza Covid, è anche vero che la qualità rischia di pagare il conto più salato, perché il prevedibile impoverimento dei consumi andrà a privilegiare i prodotti a prezzi più bassi.

Turismo cruciale per lo Speck Igp

«Per questi mesi stimiamo una perdita del 15% del fatturato, che nel 2019 ha raggiunto i 120 milioni – dice Matthias Messner, direttore del Consorzio Speck Alto Adige Igp – ma c’è chi ha perso anche il 90%, soprattutto chi non lavora con la grande distribuzione ma è invece legato a ristoranti e hotel. Fondamentale sarà l’esito della stagione estiva, dato che il turismo per noi vale dal 15 al 20% del giro d’affari. Ogni giorno di ritardo nell’apertura delle frontiere con Austria e Germania comporta significative perdite». E sui 7,5 milioni di turisti che ogni estate arrivano in Sudtirol contano di far leva le iniziative promozionali messe in campo assieme agli altri prodotti tipici come le mele e il vino, anche grazie ai 33 milioni stanziati dalla Provincia autonoma per la promozione del territorio.

Bene i consumi di Asiago Dop

Sulla stagione estiva contano anche le 11 malghe e le aziende agricole che sull’Altopiano di Asiago producono la Dop d’allevo. «Sono la parte che ha sofferto di più assieme a chi lavora con l’estero, soprattutto Germania, Svizzera e Usa, e con il canale horeca – spiega Luca Cracco, direttore marketing del Consorzio da oltre 100 milioni annui di valore della produzione –. Ma nel complesso la Dop ha registrato un incremento. Per il pressato il trimestre si chiude con un +3% di vendite, mentre l’aumento delle scorte per il formaggio d’allevo non ci preoccupa particolarmente per via di vendite future già programmate. Tra l’altro non potendo partecipare alle fiere di settore abbiamo spostato una parte del budget sulla pubblicità: a giugno partirà una campagna nazionale».

Il San Marzano Dop conta sulla fase 2

Sulla soluzione del problema della mancanza di lavoratori agricoli (la raccolta inizierà a metà luglio) e sulla riapertura di ristoranti e pizzerie contano i produttori del Pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese Nocerino Dop, che nonostante un buon riscontro di vendite nella Gdo stimano una perdita del 15% del fatturato (che si aggira sui 25 milioni per un centinaio tra aziende agricole e di trasformazione). «Abbiamo avuto un’impennata nel retail, al punto che non si riusciva a stare dietro alle richieste per la difficoltà a reperire le latte più piccole – racconta il presidente del Consorzio Fabio Grimaldi – ma sono calati gli ordini dei formati più grandi dedicati al food service, che per noi ha un peso notevole».


questo articolo è stato scritto da di Emiliano Sgambato a questo indirizzo. e qui ripubblicato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button