Digital News

Cosa significa sheesh su TikTok

Video, brani e balli, non sono gli unici contenuti che diventano virali su TikTok. La piattaforma di condivisione video è più in generale una colossale incubatrice di tendenze e modi di esprimersi, e tra questi non mancano neppure i modi di dire. L’ultima espressione che si sta diffondendo come un mantra tra i video dell’app è “sheesh”, una parola che ha una origine ben precisa ma che – entrata nel gergo dei tiktoker – è stata distorta, manipolata, riutilizzata con altri significati e perfino privata della sua dimensione significativa per diventare un suono musicale ricondiviso e riutilizzato centinaia di milioni di volte.

L’origine di “sheesh”

Nonostante le apparenze, la parola esiste veramente nel vocabolario inglese. Si tratta di una esclamazione che può essere utilizzata in molteplici occasioni: può significare incredulità, sorpresa, fastidio e molto altro. Come avviene per molte espressioni informali come il nostro semplice “eh” in lingua italiana, a far comprendere il significato della parola “sheesh” sono due aspetti: il contesto e l’intonazione. Parte del successo di “sheesh” nel linguaggio comune deriva insomma dalla sua versatilità, ma la viralità su TikTok è ovviamente affare molto più recente e peculiare: sulla piattaforma di condivisione video la parola è stata infatti adottata da centinaia di migliaia di persone dopo che un utente l’ha utilizzata musicandola in falsetto sul video di una rana.

 

Qualcuno ci ha fatto della musica

Diventato una sorta di onomatopea, “sheesh” si è affermato come modo per esprimere entusiasmo – che sia in modo sincero oppure ironico. I video che sono stati legati all’hashtag in questione dai loro autori sono stati visti più di 3 miliardi di volte, e dal conteggio sono escluse tutte le clip di chiunque abbia deciso di omettere la dicitura dalla descrizione o l’abbia scritta in modo errato; non stupisce che molti…

Leggi articolo originale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button