Food & Wine

Compasso d’Oro: due premi al design della cucina italiana

MADE IN ITALY

Il massimo riconoscimento va al TM Italia per il format Rua, progettato da Ruadelpapavero e al sistema di ripiani funzionali di Spazio della Falmec di Francesco Lucchese

di Paola Guidi

Il sistema Spazio premiato con il Compasso d’oro

Il massimo riconoscimento va al TM Italia per il format Rua, progettato da Ruadelpapavero e al sistema di ripiani funzionali di Spazio della Falmec di Francesco Lucchese

2′ di lettura

Sviluppo, sostenibilità e responsabilità, i parametri alla base delle scelte della giuria internazionale del XXVI Compasso d’Oro che si è svolto presso il nuovo ADI Design Museum, sono anche i motivi del rafforzato successo della filiera italiana nel food design. Parametri che i selezionatori dei prodotti finalisti hanno riconosciuto a numerosi strumenti come pentole, padelle e posate, e perfino a un delizioso porta-babà firmato Real Capodimonte, fino ai mobili per cucina e ai mano- ed elettro- domestici.

Il set cottura Diamond di Baraldi, un piano a induzione con cappa smart integrata

Dei 18 premi Compassi d’Oro due sono due quelli dedicati alla cucina. Il massimo riconoscimento è stato dato a Rua, disegnata da Ruadelpapavero per TM Italia perché utilizza l’italianissima ceramica per un intelligente continuum tra piani di lavoro e piano di cottura che, oltre a essere ecosostenibile, fa consumare meno acqua e detergenti per le pulizie.

La cucina Rua

L’altro è stato dato a sistema Spazio della Falmec, progettata da Francesco Lucchese, -Lucchesedesign Studio (una struttura portante a isola che si compone di ripiani in vetro fumé per riporre in modo ordinato qualsiasi oggetto utile e un sistema di illuminazione a LED che illumina ampiamente il piano di lavoro) poiché risponde a precise richieste del mercato: accessibilità economica e funzionale, facilità di pulizia e un’estetica adatta a qualsiasi abitazione, arredo e spazio. Subito sotto, per importanza, tante le segnalazioni d’onore tra le quali vi sono sistemi idroponici per coltivare vegetali e ancora una volta, un set cottura-pulizia dell’aria, il piano cottura con cappa aspirante smart integrata Diamond proposta da Baraldi e disegnata da Fabio Cremona (le vendite dei piani aspiranti secondo GFK sono aumentati del 8,3% da gennaio ad agosto) che si avvia automaticamente non appena si accendono i fornelli. La motivazione del riconoscimento speciale è legato alla praticità d’uso: occorre solo sollevare il piano per pulire.

Porta Babà (foto di Giancarlo Rizzo)

Delle dodici categorie le più ricche di prodotti selezionati (una cinquantina) sono quelle dedicate al food design e all’abitare. Tra questi ben tre sono macchine per caffè, quelle di Faema, Rancilio e La San Marco. Piccoli elettrodomestici questi, che privilegiano l’uso della miscela appena tostata, e hanno avuto un’impennata di vendite durante il lockdown.

Il Compasso d’Oro è non solo una serie di premi, selezionati accuratamente, ma anche una pubblicazione –ADI Design Index- che rappresenta l’eccellenza della progettazione e manifattura italiana. Tra i vincitori dell’Oscar del design anche il progetto sociale no profit contro lo spreco alimentare “ Food For Soul” fondato dallo chef Massimo Bottura e da Lara Gilmore con questa motivazione: “Unisce due mondi che normalmente vengono tenuti a distanza: il mondo del bisogno e quello dell’arte. Nutre il corpo evitando gli sprechi e conforta lo spirito attraverso l’estetica.”


Articolo di di Paola Guidi pubblicato a questo indirizzo. e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.


Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button