Digital News

come funziona nei Paesi che ce l’hanno

in foto: L’Excelsior Pass dello stato di New York (Foto: Excelsior Pass)

Con l’aumentare del numero di vaccini anti Covid somministrati in tutti i Paesi del mondo, il ritorno della bella stagione e l’urgenza di riaprire le attività commerciali, il tema dei pass vaccinali sta diventando sempre più scottante ovunque, non solo in Italia. Alcuni governi rilasciano queste certificazioni in formato cartaceo e consentono di spostarsi all’interno dei loro confini o perfino avere accesso a negozi e luoghi di aggregazione semplicemente mostrandoli, ma è difficile che queste attestazioni siano contemporaneamente verificabili ovunque e non falsificabili. Per questo motivo ci sono Paesi che hanno invece lavorato su alternative digitali, sotto forma di app o QR code, che possono essere scansionate all’ingresso di locali o ai confini nazionali.

Israele è il Paese dove la corsa ai vaccini è stata più efficace e ha dato i risultati migliori. Il lasciapassare che dimostra di essersi sottoposti al trattamento si chiama Green Pass e dispone di un’app propria scaricabile dagli smarphone Android e iOS. Si tratta di un QR Code che può essere scansionato all’ingresso di numerosi luoghi anche al chiuso; possono ottenerlo anche le persone guarite ma non vaccinate, e può essere stampato in formato cartaceo.

Il Green Pass di Israele
in foto: Il Green Pass di Israele

Europa a più velocità

In Danimarca il pass vaccinale non dispone  ancora di un’app propria, ma per il momento viene fornito all’interno dell’app ufficiale del ministero della salute preesistente: all’interno di una nuova sezione inaugurata appositamente per l’occasione, è possibile visualizzare il documento che certifica di essersi sottoposti alla procedura, ma anche i risultati dei test anti Covid più recenti. Le schermate dell’app vengono confrontate poi con i documenti di identità presentati all’ingresso dei luoghi che prevedono l’utilizzo del sistema.

Leggi articolo originale cliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button