Digital News

Come fare chiamate di gruppo con gli altoparlanti Amazon Echo

A causa della pandemia di Covid-19, il 2020 è stato tra le altre cose l’anno delle chiamate e delle videochiamate online, tra amici, colleghi e parenti. Tra le numerose piattaforme che nel corso degli ultimi mesi hanno proposto o potenziato la propria offerta per le comunicazioni tra due o più interlocutori, sul finire dell’anno è arrivata anche Amazon, che ha annunciato in queste ore la possibilità di effettuare chiamate di gruppo utilizzando come terminali gli altoparlanti della gamma Echo e l’assistente digitale Alexa. La nuova funzionalità arriva in un momento in cui potrebbe rivelarsi particolarmente utile: quello delle feste natalizie, quando saranno in molti a volersi mettere in contatto con la propria famiglia. Le chiamate di gruppo attivate da Amazon consentiranno a un massimo di 7 persone di partecipare alla stessa chiamata e avranno insieme un vantaggio e uno svantaggio, ovvero quello di utilizzare i prodotti Echo, Echo Dot ed Echo Show come altoparlanti e microfoni. Da una parte infatti, dal momento che questi dispositivi risiedono solitamente in salotto o nelle stanze più frequentate della casa, consentono di conversare con i contatti comodamente seduti sul divano, dalla cucina, dallo studio o dalla stanza da letto senza dover utilizzare alcun dispositivo aggiuntivo. D’altro canto chi non dispone di questi gadget in casa farà più fatica a unirsi alle chiamate, e dovrà installare l’app Alexa presente sul proprio smartphone (che però non è compatibile da subito con questa novità).

Come impostare e far partire le chiamate

In ogni caso, prima di far partire le comunicazioni di gruppo, ogni dispositivo dovrà essere associato al medesimo gruppo degli altri utilizzando le app Alexa dei proprietari. Una volta terminata questa fase di impostazione, per avviare la chiamata basterà un comando vocale come: “Alexa, chiama la mia famiglia” oppure il nome del gruppo scelto. Per il momento insomma il servizio lanciato da Amazon non punta a sovrapporsi completamente ad avversari come Zoom e WhatsApp, ma sembra maggiormente focalizzato a instaurare un legame abituale tra gruppi consolidati di persone, come familiari e amici. leggi articolo completocliccando qui


Articolo Originale di Lorenzo Longhitano, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button