Digital News

Anche l’Atalanta diventa esclusiva di PES (e non sarà in FIFA 22)

Il videogioco eFootball PES allarga le fila delle sue esclusive con un nuova partnership con l’Atalanta BC. Tale accordo avrà inizio con la stagione 2021/2022. La notizia arriva direttamente dall’account Instagram della squadra di calcio bergamasca, tramite video in cui viene mostrata la riproduzione digitale di giocatori e stadio. L’accordo tra Konami (che è il publisher di eFootball PES) e l’Atalanta priva la serie videoludica di FIFA di un’altra squadra italiana: Milan, Inter, Juventus, Roma, Napoli e Lazio hanno già confermato la partnership in esclusiva con il titolo di Konami.

Questo vuol dire che i club menzionati saranno presenti in via ufficiale solo su eFootball PES, mentre nei giochi di FIFA compariranno con nomi, divise e stadio rinominati senza alcuna licenza. Ci sono già degli esempi: Juventus FC e AS Roma sono presenti su FIFA col nome di Piemonte FC e Roma FC. Lo stesso accadrà all’Atalanta e agli altri club menzionati in esclusiva su eFootball PES. Vi sono poi casi specifici, come quello di SS Calcio Napoli, in cui l’esclusività è prevista sul lungo periodo, e vedrà l’avvio successivamente, con la stagione calcistica 2023/2024. Non si tratta comunque di una questione legata al solo calcio italiano, perché il gioco di Konami ha avviato accordi anche con altri club europei blasonati come Barcellona, Bayern Monaco, Manchester United e Arsenal.

È dunque evidente la volontà del publisher giapponese di conquistare i tifosi e le tifose delle principali squadre europee, italiane incluse, tramite l’aura di esclusività che caratterizzerà le successive edizioni di eFootball PES. Tuttavia, al momento non si ha ancora una data specifica per l’uscita di PES 2022. In base alle esperienze passate, ci si aspetta che il nuovo gioco calcistico di Konami arriverà su PC e console nella prima parte di settembre 2021, subito dopo la sessione estiva di calcio mercato….

Leggi articolo completo cliccando qui


Articolo Originale di Lorena Rao, pubblicato e leggibile in originale a questo indirizzo e qui citato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More
Back to top button