Food & Wine

Al via a Napoli il mercato San Paolo per valorizzare le eccellenze campane

coldiretti – campagna amica

Successo per i primi giorni d’apertura (che era stata rinviata a causa del lockdown) per il più grande mercato contadino coperto del Mezzogionro

di Rosaria Sica

Il meglio dell’agroalimentare campano in vendita al mercato San Paolo di Napoli

Successo per i primi giorni d’apertura (che era stata rinviata a causa del lockdown) per il più grande mercato contadino coperto del Mezzogionro

3′ di lettura

Apre a Napoli al Parco San Paolo di Fuorigrotta, il più grande mercato contadino coperto del Sud Italia. Su circa mille metri quadrati coperti e trecento scoperti è possibile trovare il meglio delle produzioni agroalimentari della Campania, proposte da aziende agricole provenienti da tutto il territorio regionale e meridionale. Un progetto portato avanti con successo da Coldiretti e Campagna Amica.

In un periodo post covid-19, l’affluenza in questi giorni è stata già altissima nel rispetto di tutte le norme e le prescrizioni vigenti. Il mercato San Paolo riveste un significato particolare, perché in questo momento rappresenta tutte le campagne che non si sono mai fermate e gli agricoltori che con passione e orgoglio non hanno mai smesso di portare sulla tavole le eccellenze della Campania, anche nei momenti più difficili.

Un’apertura che era stata prevista già prima del lockdown e che poi per ovvi e conosciuti motivi è stata rinviata. «Coldiretti e Campagna Amica – sottolinea Gennarino Masiello, vicepresidente nazionale di Coldiretti – hanno lanciato da qualche anno il grande progetto dei mercati coperti, partito dal primo esempio nei pressi del Circo Massimo a Roma. Da allora è stata una serie di successi che ha toccato le principali città italiane, da Nord a Sud. Non poteva mancare Napoli, per quello che rappresenta per il Sud e per la straordinaria capacità di creare valore e cultura intorno al tema del cibo. Ricordo che la Campania detiene due importantissimi riconoscimenti dell’Unesco: la Dieta Mediterranea e l’arte dei pizzaiuoli napoletani. Pertanto questa è una terra vocata da sempre all’eccellenza agroalimentare, grazie ad una ricchezza geografica e geologica che nei secoli ha dato vita a prodotti unici e inimitabili. Il mercato coperto di Fuorigrotta vuole esserne lo spazio stabile per rappresentare questo enorme patrimonio».

L’ambizione di Coldiretti e di Campagna Amica è fare di questo mercato coperto un luogo che diventi in breve tempo un punto di riferimento per la città: dove poter fare una spesa consapevole, sicura, di qualità e garantita dai produttori, ma anche un luogo di aggregazione sociale e di cultura del cibo, attraverso eventi di formazione, show cooking, interventi mirati, educazione alimentare, è già partita tutta una progettazione per sfruttare al massimo la potenzialità di questo luogo.

«Il capoluogo partenopeo – aggiunge Andrea D’Ambra, presidente di Coldiretti Napoli – è la città ideale per accogliere un luogo straordinario come il mercato contadino, che non è solo un mercato. L’idea di Coldiretti e Campagna Amica è dare vita ad un luogo di socialità che ruota intorno al cibo sano e identitario, che rappresenta il territorio napoletano e campano. Il cibo, il vino, la convivialità sono valori culturali profondamente radicati nella nostra storia di città accogliente e aperta. Siamo sicuri di interpretare al meglio le richieste di un consumatore divenuto più attento ed esigente, soprattutto dopo questa emergenza del covid 19».


questo articolo è stato scritto da di Rosaria Sica a questo indirizzo. e qui ripubblicato a fini di diffusione. Tutti i diritti sono riservati all’autore e alla testata di riferimento.

Show More

Redazione DReporter

Il Team di Redazione è composto da vari collaboratori e freelancers ognuno dei quali in focus sull'argomento trattato

Articoli Suggeriti per Te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button