Marketing

Achille Lauro sotto contratto per due anni con Amazon

Da un lato uno tra gli artisti italiani più attenti alle opportunità di sfruttamento dei diritti d’immagine. Dall’altro la prima azienda al mondo per fatturato, nonché la piattaforma over the top che sta investendo maggiormente sulla produzione di contenuti originali. Achille Lauro annuncia di aver siglato uno dei più consistenti overall deal d’Europa con Amazon Prime, la piattaforma di streaming di Amazon. Il contratto prende il via con la partecipazione al programma Celebrity Hunted, disponibile su Amazon Prime Video. Per due anni l’artista parteciperà alla produzione di film, serie tv, documentari e formati in collaborazione con Amazon Prime.

Tra «Anni da Cane» e «Prisma»

«Ho avuto l’onore di partecipare al film Anni da Cane e alla serie Prisma anche producendo colonne sonore e inediti. Mi preme l’obbligo di ringraziare Nicole Morganti, Head Italian Originals Prime Video, una manager visionaria e creativa come poche ne ho incontrato. Grazie anche a Francesca Bianchini che ha negoziato insieme al mio manager Angelo Calculli un contratto cosi importante per la mia carriera artistica», Lauro De Marinis, meglio noto come Achille Lauro.

Loading…

L’attivismo di Amazon sulla musica

Sulla musica Amazon sta investendo con grande determinazione, in Italia come nel resto del pianeta, anche per promuovere la piattaforma di streaming musicale Amazon Music. In occasione del Prime Day, in programma il 21 e il 22 giugno, per esempio sono stati organizzati in tutto il mondo specifici Amazon Prime Day Show, il più importante dei quali ha coinvolto pezzi da novanta come Billie Eilish, H.E.R. e Kid Cudi. Qui in Italia, su Twitch, si sono esibiti Pinguini Tattici Nucleari e Gaia.

L’accordo con Warner

Non è la prima volta che i contratti sottoscritti da Achille Lauro giungono agli onori delle cronache. A febbraio 2020, prima della tempesta Covid-19, il cantante annunciò di essere diventato chief creator director di Elektra, etichetta discografica del gruppo Warner Music, controllato da Len Blavatnik, ossia il proprietario di Dazn. A poche ore di distanza dall’annuncio, Sony Music precisò di avere ancora un’esclusiva in vigore con Lauro. Se ne venne a capo soltanto qualche settimana più tardi con l’annuncio di un accordo tra le parti. Si potrà pure discutere del valore artistico del cantante che ha fatto da ospite fisso di Amadeus per Sanremo 2021 ma, quando si tratta di monetizzare la propria arte attraverso formule innovative, il ragazzo ha pochi rivali in Italia. E le formule innovative di monetizzazione sono tutto nel music business ai tempi della musica liquida.


Source link

Show More
Back to top button